Quantcast
facebook rss

La telenovela rossoblù:
accolto dal Tar
il ricorso di Renzi
che può presentare
una nuova domanda per la D

CALCIO - L’immobiliarista romano chiedeva che l'A.S. Sambenedettese potesse essere iscritta in sovrannumero, alla stregua di ciò che lo stesso Tribunale Amministrativo aveva deciso per la Casertana. Dopo la nuova ordinanza, la Figc riaprirà i termini per due, tre giorni. Ufficializzati i gironi, per ora senza la Samb
...

 

di Benedetto Marinangeli

 

Il Tar ha accolto il ricorso presentato dalla A.S. Sambenedettese di Roberto Renzi. L’immobiliarista romano chiedeva che il suo club potesse essere iscritto alla Serie D in sovrannumero, alla stregua di ciò che lo stesso Tribunale Amministrativo aveva deciso lo scorso 17 agosto per la Casertana. Ed all’ ora di pranzo, intorno alle 13,30 ecco la nuova ordinanza. Ora su invito del Tar del Lazio, la Figc riaprirà i termini, due o tre giorni al massimo, secondo indiscrezioni che giungono dalla capitale, invitando Renzi a presentare una nuova domanda per avvalersi così dell’articolo 52 comma 10 delle Noif.

Renzi

L’immobiliarista romano, quindi, dovrà presentare un assegno di 350.000 euro a fondo perduto in favore della Figc, un altro di 50.000 euro per l’iscrizione alla Serie D, un progetto sportivo credibile ed un business plan ben definito.

Ballerebbero, poi, i 332.000 euro di contributi previdenziali non versati a luglio e che gli avrebbero permesso di iscrivere la Samb in Serie C. Sembrerebbe che l’immobiliarista sia tenuto a versare anche questa somma. Poi ecco la solita procedura e cioè parere, non vincolante, della Commissione federale e giudizio definitivo del presidente della Figc Gabriele Gravina.

Insomma un quantum economico di spessore. Ci saranno ancora altri giorni con il fiato sospeso a San Benedetto perché non è poi così sicuro, alla luce delle regole da rispettare che l’operazione di Renzi vada in porto. La Figic per questo motivo ha invitato a presentare la richiesta d’iscrizione anche al gruppo locale che ha come referenti l’avv. Roberto Ascani e l’ex vice presidente rossoblù Claudio Bartolomei. Il pool cioè indicato dal sindaco Pasqualino Piunti come extrema ratio per salvare il calcio rossoblù in città.

Gravina

Gli imprenditori locali, rimasti una decina con alcuni che si sono defilati, sono sempre alla ricerca di un socio forte. Dopo avere ricevuto il rifiuto da parte di Franco Fedeli, si sono sentiti rispondere no anche dall’ ex presidente del Lugano (serie A svizzera) Angelo Renzetti, in pausa “disintossicante” dal calcio dopo i dieci anni in Svizzera e dell’ex patron del Giulianova Alessandro Quartiglia che insieme ad altri soci in un primo momento sembrava intenzionato a dare una mano. Ma i tempi ristretti dell’ operazione lo hanno fatto desistere. Secondo alcune indiscrezioni in serata ci sarebbe un incontro con un imprenditore di spessore.

I GIRONI

Intanto la Lnd ha ufficializzato i gironi per il prossimo campionato. Il raggruppamento F è ad oggi formato da diciassette formazioni. La diciottesima squadra dovrebbe essere la Samb se Renzi nei giorni fissati dalla Figc riuscirà a adempiere a tutti gli obblighi. Il raggruppamento prevede club marchigiani, abruzzesi, molisani e due laziali: Fano, Castelfidardo, Tolentino, Recanatese, Montegiorgio, Porto d’Ascoli (Marche); Nereto, Pineto, San Nicolò Notaresco, Castelnuovo Vomano, Chieti, Vastese (Abruzzo); Vastogirardi, Aurora Alto Casertano, Matese (Molise); Trastevere e Atletico Fiuggi (Lazio).




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X