Quantcast
facebook rss

La Samb di Antonella Pennacchi
e Manolo Bucci scrive alla Figc:
«Chiediamo l’iscrizione alla Serie D»

CALCIO - Non si arrendono dopo la bocciatura da parte del presidente della Figc Gravina. Tra poche ore la decisione della Commissione Federale e dello stesso Gravina sulla proposta del sindaco Piunti, favorevole alla A.S. Sambenedettese di Renzi
...

 

di Benedetto Marinangeli

 

In attesa della decisione della Commissione Federale e del presidente della Figc Gabriele Gravina, attesa per la giornata di domani, sulla proposta del sindaco uscente Pasqualino Piunti favorevole alla A.S. Sambenedettese di Roberto Renzi c’è chi si non si arrende dopo la bocciatura da parte del massimo presidente federale.

Manolo Bucci

Si tratta della SSD Sambenedettese 1923 di Antonella Pennacchi, moglie di Manolo Bucci. Dopo avere chiesto l’accesso agli atti sulle modalità di accreditamento che ha portato al no di Gravina ecco che dopo avere saputo di “un nuovo procedimento in sede Comunale ai fini della selezione del soggetto da indicare a Figc in vista dell’esercizio dei poteri previsti dall’articolo 52, comma 10 del Noif, per l’iscrizione, in sovrannumero, di una squadra in rappresentanza del Comune di San Benedetto del Tronto”, la società rossoblù ha chiesto di essere ammessa in Serie D, “considerato che il provvedimento del presidente Figc n. 85/PF dell’1 settembre 2021 è palesemente illegittimo ed è in corso la tutela giurisdizionale nelle competenti sedi”.

La SSD Sambenedettese 1923 “fa altresì presente – si legge sempre nella lettera inviata a Roma in via Allegri – che la A.S. Sambenedettese s.r.l. versa nella causa di esclusione di cui all’art. 52, comma 10, lett. b), NOIF per essere stata esclusa nel quinquennio precedente dal campionato di Serie C (cfr. decisione Covisoc del 8 luglio 2021) e che, altresì, la stessa A.S. Sambenedettese s.r.l. non può vantare alcuna priorità per effetto dell’acquisizione del marchio dal fallimento in quanto ciò, per pacifica giurisprudenza sportiva, non comporta anche il trasferimento del titolo sportivo che si trova nella piena disponibilità della Figc”.

Insomma la matassa si ingarbuglia nuovamente. Da una parte c’è la A.S. Sambenedettese di Renzi che ha avuto una pronuncia positiva da parte del Tar del Lazio alla stregua di quella della Casertana per l’ammissione in D, dall’altra il club della dott.ssa Antonella Pennacchi che ritiene di essere stato bocciato illegittimamente dalla Figc. La parola passa ora agli uffici legali della Figc. E domani è un altro giorno della telenovela Samb.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X