Quantcast
facebook rss

Samb, mister Donati e il derby:
«Il passato non conta più,
pensiamo al Porto d’Ascoli»

SERIE D - Il tecnico rossoblù dovrà fare a meno degli squalificati Lulli e Amoruso ma potrà contare sui nuovi arrivi Di Domenicantonio e Peroni. «Al di la dei cambiamenti tattici devo vedere chi sta bene e chi è disponibile a fare una grande partita»
...

 

di Benedetto Marinangeli

 

«Quello che è stato è il passato, pensiamo al Porto d’Ascoli». Massimo Donati invita tutti a guardare al futuro senza fossilizzarsi su ciò che è accaduto in queste prime tre partite della Samb.

Donati

«Ci siamo preparati al meglio per questa partita importante. Incontreremo difficoltà diverse da quelle con la Recanatese –aggiunge– ma ogni partita  ne ha di differenti. Ci troveremo di fronte una formazione importante, quadrata che sa cosa deve fare in campo. Non sarà facile ma confido nello spirito di reazione dei ragazzi di fare una grande partita».

Donati motiva così la sua sicurezza su una pronta risposta della Samb dopo le tre sconfitte consecutive. «Ho rivisto tutte le partite fino ad oggi disputate –spiega- e spesso il risultato è stato bugiardo. Debbo dire che meritavamo di più ma poi gli episodi ci hanno penalizzato. Ma la prestazione è stata positiva. E’ logico che se si guarda il risultato si vede tutto nero, ma non è così. Sono convinto che una volta che staremo meglio sotto il profilo fisico arriveranno anche i risultati».

Domani contro il Porto d’Ascoli, Donati dovrà fare a meno degli squalificati Lulli e Amoruso ma potrà anche contare sui nuovi arrivi Di Domenicantonio e Peroni. Il tecnico rossoblù dovrà ricostruire ex novo la linea mediana e non sono escluse, quindi, possibili nuove soluzioni dal punto di vista tecnico-tattico. Donati, però, sull’argomento glissa.

L’ex Napolano

«Sto facendo la conta, perché non siamo in tanti. Al di la dei cambiamenti tattici devo vedere chi sta bene e chi è disponibile a fare una grande partita. In questi giorni i ragazzi che ho a disposizione hanno recuperato le energie fisiche e mentali e quelli che saranno della partita –conclude Donati– hanno tanta voglia di rivalsa».

In casa Porto d’Ascoli, invece, mancherà il centrocampista D’Alessandro, l’uomo d’ordine della formazione di mister Davide Ciampelli. Napolano e compagni vogliono riscattare la sconfitta interna di domenica scorsa rimediata con il Chieti ed in questa inedita stracittadina scenderanno in campo con il fiero proposito di conquistare un risultato di prestigio.

Samb-Porto d’Ascoli sarà diretta da Gabriele Totaro di Lecce, assistenti Tagliaferro di Caserta e Lanzellotto di Roma. Al “Riviera delle Palme” domani, domenica 10 ottobre, fischio d’inizio alle ore 15.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X