Quantcast
facebook rss

Ascoli, Pulcinelli e Valentini di rientro da Ibiza: entro tre giorni la risposta di Inzaghi

SERIE B - Dall'incontro di ieri nel popolare centro della movida spagnola sono emerse sensazioni positive. Patron e direttore sportivo hanno illustrato il progetto tecnico che hanno in mente, il tecnico piacentino si è preso tre giorni per decidere. Intanto si sono defilate le concorrenti Cagliari e Pisa
...

 

di Salvatore Mastropietro

 

Tre giorni per decidere. È questo il lasso di tempo che si è preso Filippo Inzaghi per riflettere sulla proposta avanzata nel tardo pomeriggio di ieri dal patron Massimo Pulcinelli e dal direttore sportivo Marco Valentini. L’incontro si è tenuto ad Ibiza, dove il tecnico piacentino si trova in vacanza con la famiglia, ed è servito per entrare nel vivo della trattativa dopo i contatti telefonici dei giorni scorsi.

Subito dopo che si è avuta la certezza dell’addio di Andrea Sottil, l’ex allenatore di Brescia e Benevento è balzato in cima alle preferenze del management bianconero nell’analisi dei profili ideali a cui affidare la panchina. Pulcinelli lo ha ammesso, in maniera anche un po’ insolita in un mondo in cui spesso le carte vengono tenute coperte fino all’ultimo, senza troppi giri di parole e lo ha fatto vedere chiaramente anche ieri, quando dopo una mattinata di lavoro ha preso personalmente un volo di linea da Roma Fiumicino al popolare centro dell’estate iberica.

Filippo Inzaghi

Inzaghi ha di certo apprezzato la sollecitudine di patron e direttore sportivo, che hanno cercato di trasmettere i punti principali del proprio progetto tecnico. L’ex bomber di Milan e Juventus, tra le altre, è considerato una figura ideale per proseguire quel percorso di crescita intrapreso soprattutto nell’ultima stagione calcistica. In questo contesto l’allenatore assumerebbe un ruolo chiave, sul campo e anche fuori.

 

Da parte di Pulcinelli e Valentini le sensazioni sono positive, ma come detto serviranno circa tre giorni per ricevere una risposta definitiva. Tra i punti da risolvere non sembra esserci la questione dell’ingaggio, che assume un ruolo centrale ma non preminente: l’Ascoli si era già fatta preliminarmente un’idea sulle possibili richieste ed è comunque pronta a soddisfarle. Ben più importante è il tema legato alle garanzie tecniche. In sostanza, Inzaghi deve decidere se mettersi in gioco con un ruolo da protagonista in una piazza calda che comunque difficilmente partirebbe – nonostante la promessa di un mercato ambizioso – con il ruolo da “squadra ammazza-campionato” oppure se in alternativa prendersi un po’ di tempo di pausa per aspettare altre opportunità, magari a stagione in corso.

 

Per quanto riguarda la concorrenza degli altri club, intanto, l’Ascoli sembra avere la squadra praticamente spianata. Il Cagliari, infatti, ha deciso di affidarsi a Fabio Liverani per ricostruire dopo la retrocessione in Serie B. Il Pisa, che pure aveva effettuato qualche sondaggio per Inzaghi, dovrebbe invece continuare con Luca D’Angelo.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X