Quantcast
facebook rss

Gare sbandieratori e musici a Piazza Arringo, stavolta sono nazionali

ASCOLI - Sabato e domenica i Campionati italiani di serie A2 (Tenzone Argentea). In gara 19 gruppi provenienti da tutta Italia, compresi quelli ascolani dei Sestieri di Porta Tufilla, Piazzarola e Sant'Emidio che puntano al podio. Tre promozioni, nessuna retrocessione. Venerdì sera con la cerimonia d'apertura
...

Carlo Bartoli, Massimo Massetti, Luigi De Santis, Marco Fioravanti, Patrizio Zunica, Mariangela Gasparrini

 

di Andrea Ferretti

 

A venti giorni dalle gare sbandieratori e musici dei Sestieri, ad Ascoli tornano le gare in Piazza Arringo. Il fine settimana in arrivo è quello dei Campionati italiani di Serie A2 (Tenzone Argentea) alla quale partecipano 19 gruppi provenienti da tutta Italia, compresi quelli di tre Sestieri della Quintana di Ascoli: Porta Tufilla, Piazzarola, Sant’Emidio.

 

Alla presentazione a Palazzo Arengo intervengono il sindaco Marco Fioravanti, il presidente del Consiglio degli Anziani della Quintana nonchè vice presidente della Federazione italiana sbandieratori Massimo Massetti; i caposestieri di Sant’Emidio (Mariangela Gasparrini), Piazzarola (Carlo Bartoli), Porta Romana (Luigi De Santis) e Porta Maggiore (Marco Regnicoli), il console di Porta Solestà Patrizio Zunica.

 

Si comincia venerdì 22 luglio con la cerimonia d’apertura alle ore 21 a Piazza Arringo, sul campo di gara allestito per la due giorni. Parteciperanno tutti i gruppi. Previsti i saluti del sindaco Marco Fioravanti e della Fisb con la presidente Antonella Palumbo e il vice Massimo Massetti.

 

Le gare iniziano sabato: dalle 8,30 alle 12 la specialità Coppia, poi dalle 20 Grande Squadra/Musici e, a seguire, il Singolo. Domenica dalle 8,30 la Piccola Squadra, poi premiazioni e… saluti.

 

In ballo la conquista della Serie A1 (Tenzone Aurea). In questa 19esima edizione della A2 (esordio nel 2002 a Oria-Brindisi) verranno promossi i primi tre gruppi della classifica combinata finale. Combinata dalla quale sono esclusi in partenza alcuni gruppi che non presenteranno la prova della Grande Squadra e la “wild card” San Paolo d’Enza di Quattro Castella (Reggio Emilia) che partecipa solo nel Singolo e nella Coppia, freschi vincitori nella Serie A3 (Tenzone Bronzea). Motivo per cui i tre gruppi ascolani possono puntare ancor di più al podio. Non sono previste retrocessioni.

 

La Tenzone Argentea doveva disputarsi ad Ascoli nel 2020, poi il covid stoppò tutti, ma la Fisb è rimasta di parola ed ha confermato la candidatura della città delle cento torri, divenuta ormai un punto di riferimento nazionale – come sottolineato dal sindaco e dallo stesso Massetti – per il mondo delle bandiere. A testimonianza di ciò anche l’organizzazione di precedenti edizioni della Tenzone Bronzea, di tre Campionati di A1 (Tenzone Aurea) nel 2004, 2013 e 2017 e di due Campionati italiani giovanili nel 2015 e 2018.

 

16 GRUPPI IN ARRIVO: 6 dal Piemonte (5 di Asti), 3 dall’Emilia Romagna (tutti da Lugo), 2 dalla Campania (di Cava de’ Tirreni), uno ciascuno da Lombardia, Toscana, Lazio, Veneto e Emilia Romagna.

Eccoli: Gruppo Sbandieratori e Musici Terre Sabaude (Alba-Cuneo), Ente Culturale Città Regia (Cava de’ Tirreni-Salerno), Associazione Sbandieratori di Tradizione Astigiana (Asti), Sbandieratori Torre dei Germani (Busnago-Monza Brianza), Rione Cento (Lugo-Ravenna), Contrada San Michele in Caprugnana (Castelfranco di Sotto-Pisa), Sbandieratori delle Torri Metelliane (Cava dei Tirreni-Salerno), Alfieri del Cardinal Borghese (Artena-Roma), Rione Santa Caterina d’Asti (Asti), Palio Borgo Don Bosco (Asti), Borgo San Pietro del Palio di Asti (Asti), Rione de Brozzi (Lugo-Ravenna), Borgo San Lazzaro-San Domenico Savio (Asti), Contesa Estense (Lugo-Ravenna), Musici e Sbandieratori Tempesta (Noale-Venezia), San Paolo d’Enza (Quattro Castella-Reggio Emilia).

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X