Quantcast
facebook rss

Pagelle Ascoli: Collocolo che partita, Botteghin e Quaranta due muri (Tutte le foto)

SERIE B - Guarna festeggia il record di presenze per un portiere dell'Ascoli. Un'indecisione sul gol? E tutte le palle che ha agguantato nei momenti più caldi del match? Dionisi determinante, Mendes un gol da incorniciare
...

Collocolo

 

di Andrea Ferretti

 

(foto Ascoli Calcio)

 

GUARNA 6 – Con 167 presenze diventa il portiere più presente nella storia dell’Ascoli superando Ivan Lanni. L’errore sul gol di Pavoletti non incide sul risultato e quindi non rovina la sua serata di gloria

 

SIMIC 6 – Soffre la velocità di Luvumbo ma lo contiene come può. A metà ripresa accusa qualche problemino fisico e Bucchi lo sostituisce

 

BOTTEGHIN 7 – Libera l’area da diverse palle pericolose non facendosi mai sovrastare da Pavoletti, uno specialista nel gioco aereo, ma anche da Lapadula e tutti gli altri. Nonostante le tre partite in una settimana il livello è sempre altissimo e si conferma il miglior difensore della Serie B

 

QUARANTA 7 – Partita attenta e priva di sbavature. Deve fare gli straordinari nel concitato finale ma regge l’urto tra gli applausi

 

ADJAPONG 6 – Primo tempo generoso, ma la stanchezza di giovedì a Genova si fa sentire. Si fa ammonire e rischia il secondo giallo, ecco allora che Bucchi nell’intervallo lo lascia sotto la doccia

 

COLLOCOLO 8 – E’ praticamente ovunque, alternando le due fasi meravigliosamente. Recupera un’infinità di palloni e li rende tutti giocabili per i compagni come in occasione dell’assist per Mendes. Il migliore in campo, per distacco

 

ERAMO 6,5 – Stavolta sostituisce lui Buchel dal primo minuto, pur non essendo il suo vero ruolo quello di regista. Ma lo fa diligentemente arrendendosi solo a metà ripresa per un problema muscolare

 

CALIGARA 6,5 – Con Guarna, Botteghin e Falasco sono gli unici titolari ad aver giocato tutti i 120 minuti giovedì a Genova. La stanchezza nella ripresa si fa sentire, ma lotta generosamente fino all’ultimo rincorrendo ogni avversario

 

FALASCO 6,5 – Anche lui risente delle fatiche di Coppa, ma si sacrifica lottando fino alla fine senza risparmiarsi. Espulso a tempo scaduto per il secondo giallo dopo un’entrata in ritardo su Nandez

 

DIONISI 7 – Parte in sordina con qualche errore di troppo, poi entra in partita. Ed è lui: realizza del dischetto il terzo gol consecutivo dopo al Modena e al Bari e va vicino alla doppietta con bolide dalla distanza. Peccato l’infortunio che lo costringe a gettare la spugna dopo un’ora

 

LUNGOYI 6,5 – Schierato a sorpresa dal primo minuto accanto a Dionisi, svaria su tutto il fronte d’attacco cercando di trovare spazi nella rocciosa difesa sarda. Ha il grande merito di procurarsi il rigore che sblocca la partita

 

FALZERANO (dal 1’st) 6 – Subentra allo stremato Adjapong e si piazza sulla corsia di destra. Prova di grande sacrificio in cui bada quasi totalmente alla fase difensiva anche se gli capita pure la palla del 2-0 che calcia debolmente

 

MENDES (dall’11’st) 7 – Al posto di Dionisi, il portoghese ha il grande merito di capitalizzare al massimo l’unica occasione che gli si presenta realizzando il primo gol in maglia bianconera e nel calcio italiano. Su invito di Collocolo è lesto a controllare e calciare in porta fulminando Radunovic

 

BELLUSCI (dal 22’st) 6 – Prende il posto dell’acciaccato Simic e contribuisce a mantenere il risultato di vantaggio facendo valere esperienza e fisico

 

BIDAOUI (dal 22’st) 6 – Bucchi lo butta nella mischia nella speranza di qualche ripartenza delle sue. Solo una volta ci riesce, ma il suo tiro non impensierisce Radunovic

 

GIOVANE (dal 26’st) 6 – In cabina di regia negli ultimi venticinque minuti al posto di Eramo

 

FOTOGALLERY

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X