Quantcast
facebook rss

Ascoli: mercato ancora in fase di studio, l’ex Lupo (Spal) sonda Buchel e Bidaoui

SERIE B - Il direttore sportivo Valentini continua a guardarsi intorno alla ricerca dei profili giusti per il centrocampo e per l'attacco. Tsadjout resta un obiettivo, Coda si accasa al Benevento. Gli emiliani guardano in casa bianconera per rinforzare la rosa di mister De Rossi. E dopo Terni c'è Spal-Ascoli
...

 

di Salvatore Mastropietro

 

Si è conclusa ieri in casa Ascoli la prima parte della preparazione in vista del primo impegno del 2023, in programma domenica 15 gennaio sul campo della Ternana. La squadra di Bucchi ha osservato quest’oggi, lunedì, una giornata di riposo dopo il test con l’Under 17 svoltosi ieri al “Picchio Village”. La ripresa degli allenamenti è ripresa per domani, martedì, alle ore 14 sul terreno del centro sportivo.

 

Salvi è stato presentato oggi dal Cittadella (Foto Ascoli Calcio)

In attesa del ritorno del calcio giocato, le attenzioni dell’ambiente sono rivolte al tema calciomercato. Tuttavia, a una settimana dall’apertura della sessione invernale, l’Ascoli si trova ancora in una fase di studio. Finora sono stati concluse tre operazioni, tutte e tre in uscita (Salvi al Cittadella, Ventola alla Fidelis Andria, Luciani al Ravenna). In entrata ci si sta guardando attorno alla ricerca delle occasioni giuste, che in un mercato come quello di gennaio potrebbero arrivare soltanto nella fase finale.

 

Tsadjout resta un obiettivo (foto Ascoli Calcio)

Le linee guida sul taccuino del direttore sportivo Marco Valentini, come noto, sono sostanzialmente due: l’acquisto di un ulteriore punta funzionale al 3-5-2 di Bucchi e l’innesto di un centrocampista. I nomi di Coda (ad un passo dal Benevento) e La Mantia hanno stuzzicato la fantasia dei tifosi, ma le due piste sono parse piuttosto complicate (per usare un eufemismo) fin da subito. Discorso diverso per Tsadjout, per il quale si stanno attendendo le decisioni della Cremonese. È chiaro, però, che se l’Ascoli vorrà confermare le proprie ambizioni, andrà ingaggiato un profilo di sicuro affidamento.

 

Per il centrocampo, invece, quasi sicuramente arriverà un profilo giovane. Un profilo valutato è quello di Alessandro Cortinovis, centrocampista classe 2001 di proprietà dell’Atalanta attualmente in prestito al Verona, dove però non ha trovato molto spazio nella prima parte di stagione. Il ritorno di Dario Saric è, al momento, una suggestione, ma è un discorso che potrebbe svilupparsi nel caso in cui il Palermo dovesse effettuare operazioni in quella zona di campo.

 

Buchel in azione contro la Spal (foto Ascoli Calcio)

Gli arrivi in mediana potrebbero essere addirittura due nel caso in cui dovesse esserci anche l’uscita di Marcel Buchel. Una sua cessione non è nei piani dell’Ascoli – almeno nelle intenzioni iniziali (perlomeno quelle dichiarate) c’è la volontà di “recuperarlo” – ma è un’ipotesi da tenere fortemente in considerazione visto il poco minutaggio riservatogli da Bucchi nell’ultimo periodo. La sua situazione è monitorata con attenzione dalla Spal dell’ex direttore sportivo Fabio Lupo, alla ricerca di un regista da mettere a disposizione di Daniele De Rossi dopo la cessione allo Spezia di Salvatore Esposito. Se da parte il calciatore dovesse manifestare l’interesse di cambiare aria, allora la trattativa potrebbe andare in porto molto velocemente.

 

Gli estensi si sono aggiunti anche alla lista delle pretendenti di Soufiane Bidaoui. Se nel caso di Buchel c’è ancora poco di definito, nel caso dell’esterno offensivo una cessione è quasi sicura. Il Modena resta in pole, ma la Spal sta guardando con interesse.

 

E dopo la trasferta di Terni, l’Ascoli giocherà proprio a Ferrara contro la Spal. Anche per questo sui social si sta scatenando l’ira dei tifosi sulle eventuali partenze di Buchel e Bidaoui, due beniamini della curva.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X