Quantcast
facebook rss

Ascoli: quasi 7.500 presenze di media sugli spalti, ma il “Del Duca” deve tornare un fortino

SERIE B - Il supporto del popolo bianconero non è mancato nella prima parte di stagione, ma sul campo si è tradotto in un punto di media a partita nelle gare casalinghe. Contro la Reggina il record stagionale, Picchio al 12esimo posto nella classifica complessiva 
...

La Curva Nord in occasione di Ascoli-Reggina

 

di Salvatore Mastropietro 

 

Inizierà ufficialmente dopodomani, mercoledì 4 gennaio, la stagione calcistica dell’Ascoli. Dopo una settimana abbondante di riposo, che sta permettendo di recuperare energie fisiche e mentali, i bianconeri torneranno a lavorare al “Picchio Village” in vista di un girone di ritorno che si preannuncia piuttosto acceso e che si aprirà domenica 15 gennaio al “Liberati” contro la Ternana.

La festa sotto la Curva Nord dopo Ascoli-Cagliari (foto Ascoli Calcio)

L’obiettivo per il 2023 è quello di ripetere quanto fatto nello scorso anno solare, consolidandosi nella parte sinistra della classifica e tentando di bissare per il secondo anno consecutivo l’accesso ai playoff. I rapporti di forza, comunque, come dimostra anche la classifica piuttosto corta, non sono ancora delineati, motivo per cui occorrerà ripartire subito forte per mettere benzina a livello di punti e morale.

Per cercare di fare qualcosa di importante l’Ascoli avrà senz’altro bisogno del proprio pubblico, che nella prima metà di stagione non ha fatto mancare il proprio apporto in casa e trasferta. Il 2022 si è chiuso con il record stagionale di 9.126 presenze registrato nel giorno di Santo Stefano contro la Reggina. Proprio da quel calore bisognerà ripartire per ritrovare subito la carica giusta.
Nelle dieci partite casalinghe disputate finora la media spettatori si è attestata a quota 7.395, al dodicesimo posto complessivo nella speciale classifica che comprende tutte i club di Serie B. Di certo, però, al “Del Duca” il supporto del popolo bianconero non si è tradotto in risultati soddisfacenti. Solo 10 dei 25 punti conquistati sono arrivati tra le mura amiche per una media di appena un punto a partita. È chiaro che per raggiungere obiettivi ambiziosi occorre che l’impianto ascolano torni ad essere un fortino. Per far ciò servirà un atteggiamento più propositivo e coraggioso: giocare di rimessa al “Del Duca” spesso non paga.
LA MEDIA SPETTATORI REGISTRATA NEI 20 STADI DI “B” NEL GIRONE D’ANDATA 
1) BARI 27.729
2) GENOA 22.526
3) PALERMO 18.246
4) CAGLIARI 12.795
5) REGGINA 12.312
6) PARMA 9.958
7) FROSINONE 9.848
8) MODENA 9.292
9) SPAL 8.981
10) BENEVENTO 8.516
11) PISA 7.818
12) ASCOLI 7.395
13) TERNANA 6.628
14) COSENZA 5.678
15) PERUGIA 5.528
16) BRESCIA 4.916
17) SUDTIROL 4.293
18) COMO 4.166
19) VENEZIA 3.674
20) CITTADELLA 2.826



© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X