Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Graziella Ciriaci
facebook rss

Festival di Sanremo, il debutto delle Marche con i colori della Quintana

A VILLA Ormond il taglio ufficiale del nastro per dare il via alla presenza delle Marche, in particolare del Piceno, nella città ligure in occasione della grande kermesse. La soddisfazione nelle parole di Acquaroli (governatore delle Marche), Sabatini (presidente Camera Marche), Albano (sottosegretario Economia e Finanze), Prete (presidente Unioncamere), Fioravanti (sindaco di Ascoli e presidente Anci Marche), Castelli (commissario alla Ricostruzione)
...

 

Prima del fatidico annuncio con cui Amadeus dà avvio al Festival, le Marche a Sanremo hanno già fatto il loro debutto alle 16 di oggi, presso Villa Ormond col taglio del nastro ufficiale.

 

Come raccontato nei giorni scorsi la nostra regione è presente nella città ligure nella settimana della kermesse canora negli spazi in cui si articola (oltre Villa Ormond, anche piazza Bresca) il Villaggio del Festival, dimensione parafestivaliera di eventi collaterali allo show musicale. Dal 6 al 10 febbraio ogni giornata sarà dedicata a uno delle province delle Marche che porteranno alla ribalta sanremese un assaggio visivo delle eccellenze turistiche e culturali del proprio territorio.

 

Gino Sabatini, presidente della Camera di Commercio delle Marche: «Un’intuizione di qualche mese fa, sbocciata qui a Sanremo oggi, grazie all’adesione compatta ed entusiasta di tutti i territori che, tramite il fondamentale coordinamento dell’ANCI, hanno colto questa occasione e si sono vestite a festa come la manifestazione richiede. Importante la presenza e l’incoraggiamento delle istituzioni, a partire da Unioncamere che ha accolto questa azione di marketing poco convenzionale che ci vede collaborare con la Camera di Commercio Riviere di Liguria, e oggi è qua con noi col Presidente Andrea Prete. Siamo grati all’on. Albano, anche lei presente, che ci rappresenta a Roma e non perde d’occhio le sue Marche. E’ l’interfaccia continuo con la Regione Marche a garantirci di mettere a punto strategie condivise in modo veloce e concreto. Non è scontato. Per tanto ringraziamo il Presidente Acquaroli e la sua Giunta. Oggi le Marche, dopo l’ottima figura alla Borsa del turismo, cominciano una settimana da protagoniste».

 

L’onorevole Lucia Albano, sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze: «Dopo la tessera Unpli e la Bit di Milano, le bellezze della nostra regione si apprestano ad essere promosse dal palcoscenico più esclusivo d’Italia, Sanremo. Mi complimento per l’eccellente lavoro di valorizzazione del territorio portato avanti dalla Regione Marche con il presidente Francesco Acquaroli e per le lodevoli iniziative della Camera di Commercio regionale guidata da Gino Sabatini. La promozione dei piccoli borghi, delle tradizioni enogastronomiche, dei luoghi della cultura, oltre che delle peculiarità del nostro mare e delle nostre colline, è assolutamente in linea con la strategia nazionale di sviluppo turistico attuata dal Governo. Il nostro auspicio è che ci sia sempre un po’ più delle Marche in Italia e nel resto del mondo».

 

Andrea Prete, presidente di Unioncamere: «Il Festival di Sanremo non è solo un evento musicale di grande risalto ma anche una occasione di promozione in tutto il mondo delletante bellezze del nostro Paese, come quelle che presentano le Marche in questo contesto. Complimenti perciò al presidente Sabatini per aver saputo cogliere questa occasione di valorizzazione del territorio e delle sue realtà produttive».

 

Il governatore delle Marche Francesco Acquaroli: «E’ straordinario quello che accade oggi. Continua la voglia delle Marche di farsi conoscere oltre i confini regionali e marchigiani. A Roma lo scorso anno per il concorso equestre di piazza di Siena, spesso all’Ambasciata Italiana a Parigi, ora a Sanremo per una delle settimane italiane più nota al mondo, uno strumento importante per farci conoscere non solo in Liguria e nel nord Italia ma nel mondo. Questo con profumi dei territori, con le tante realtà che siamo riusciti a portare».

 

Marco Fioravanti, sindaco di Ascoli e presidente di Anci Marche: «Si tratta di un’importante vetrina per le Marche, unica regione d’Italia che ha il Villaggio del Festival di Sanremo, occasione per mostrare all’Italia e non solo l’autenticità e le esperienze turistiche ed esperienziale che si possono fare nelle Marche. Come Anci Marche abbiamo voluto coinvolgere tutti i 225 comuni ed ogni provincia ha la propria giornata dedicata nella quale portare la propria unicità. Si tratta di un progetto con tre attori istituzionali come la Camera di Commercio, la Regione Marche e i comuni attraverso l’Anci Marche, che collaborano portando le Marche nel mondo ma anche il mondo nelle Marche. Siamo convinti che sia una grande opportunità e che tutto il territorio ne potrà beneficiare».

 

Guido Castelli, commissario alla Ricostruzione: «Oggi la nostra regione offre un’ulteriore, bella, dimostrazione di lavoro di squadra e di spirito di collaborazione. Il Festival di Sanremo è sicuramente il momento e il posto giusto per far conoscere i nostri luoghi e attrarre visitatori. Ringrazio la Camera di Commercio e la Regione per questa “iniziativa di valorizzazione delle tante bellezze che possono offrire le Marche e per l’attenzione nei confronti dei nostri borghi colpiti dal sisma, ai quali sarà dato un rilievo particolare. Nella città dei fiori infatti – grazie all’iniziativa dei 9 sindaci dei “Monti Azzurri” porteremo anche le fate dei Monti Sibillini e le suggestioni di questi luoghi unici, vogliosi di rialzarsi in piedi e tornare a correre».

 

Oggi le Marche, dopo il saluto al Festival con l’inaugurazione e la sorpresa del volo di una mongolfiera accompagnata dal volteggio aereo di una acrobata della Compagnia dei Folli, si sono già fatte conoscere grazie alla presenza in città dei figuranti della Quintana di Ascoli Piceno. La prima giornata del calendario sanremese, quella di domani 6 febbraio, sarà dedicata al capoluogo di regione, con le musiche di Spontini di cui nel 2024 ricorre il 250° compleanno, e il viaggio virtuale dentro Ancona con l’evento proposto dal Comune grazie alla tecnologia realizzata con l’Università Politecnica delle Marche.

 

Il taglio del nastro


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X