Quantcast
facebook rss

Solo 2 in più nel Piceno
i positivi al Covid-19
Nessuno dai test analizzati ad Ascoli

EMERGENZA CORONAVIRUS - Il servizio Igiene e Sanità Pubblica dell'Area Vasta 5 ha processato 34 tamponi e tutti con esito negativo. L'Area Vasta 5 ribadisce ai cittadini esenti dal ticket di non recarsi agli sportelli dell'Anagrafe assistiti per i rinnovi. Ecco cosa fare se l'autocertificazione scadeva il 31 marzo
...

L’ospedale “Mazzoni” (Foto Vagnoni)

Oggi, mercoledì 1 aprile, nel Piceno risultano soltanto 2 positivi in più rispetto a ieri. Secondo il Gores la provincia registra 224 casi, contro i 222 di ieri. Il servizio Igiene e Sanità Pubblica dell’Area Vasta 5 riferisce che ieri sono stati processati ad Ascoli 34 tamponi, molti meno quindi rispetti ai giorni precedenti, e tutti hanno dato esito negativo. I due nuovi contagiati inseriti dal Gores potrebbero essere stati rilevati da altri laboratori della regione. Se così fosse oggi al massimo sarebbero 162. Per il Sisp infatti ieri le persone risultate positive al Sars-Cov-2 erano 160. I cittadini in isolamento sono arrivati a 371 in provincia. Di questi 77 con sintomi e 17 (due in meno rispetto ai giorni scorsi) gli operatori sanitari. Il Covid Hospital, il “Madonna del Soccorso”  di San Benedetto, al momento assiste 11 pazienti in terapia intensiva, 13 in semintensiva e 32 in reparti non intensivi.

Cresce invece il numero dei pazienti guariti nelle Marche. Sono considerati tali coloro che non manifestano più sintomi dopo la malattia e sono risultati negativi a due test effettuati a pochi giorni di distanza. In attesa di questa procedura ci sono ancora i 210 dimessi dalle strutture ospedaliere. Sempre relativamente all’intera regione, il totale dei positivi è di 3.962, dei quali 1.152 ricoverati e 2.304 in isolamento domiciliare.

Da oggi, 1 aprile, sono operative le Unità speciali di continuità assistenziale (Usca) che effettuano i controlli domiciliari dei malati o sospetti contagiati di Covid-19, 7 giorni su 7 dalle 8 alle 20, coordinate da un medico di medicina generale “senior” (convenzionato da più di dieci anni) anche mediante disponibilità telefonica e supportate da un pediatra di libera scelta con disponibilità telefonica. Ogni unità è composta da almeno due operatori, due medici o un medico e un infermiere. L’Area Vasta 5 ha messo a disposizione per questo servizio 40 professionisti nel Distretto di Ascoli e altrettanti in quello di San Benedetto. Compito delle Usca è garantire la presa in carico dei pazienti sintomatici o sospetti che non richiedono ricovero ospedaliero ma che hanno necessità di essere monitorati. Le stesse Unità,  equipaggiate con i dispositivi di sicurezza individuali idonei, dovranno effettuare anche tamponi domiciliari dei pazienti sintomatici. Lo scopo è anche quello di ridurre i tempi di attesa per tamponi e interventi assistenziali, prevenendo dove possibile l’acuirsi della malattia.

IL RINNOVO DELLE ESENZIONI – Durante l’emergenza Coronavirus, l’Area Vasta 5 ribadisce che nessuno deve recarsi negli sportelli dell’Anagrafe assistiti per il rinnovo delle esenzioni. Già dal 2018 le esenzioni per eta’ e per reddito autocertificate da cittadini con più di 65 anni non hanno scadenza. Gli esenti (sotto il codice E01) che mantengono i requisiti  non devono recarsi allo sportello Anagrafe Assistiti a richiedere il rinnovo dell’attestato di esenzione. Tutti i certificati di esenzione per reddito, rilasciati a seguito di autocertificazione effettuata nel corso dell’anno 2019 (E01 –E02- E03- E04) e che scadevano il 31 marzo 2020 sono validi fino al 31 luglio 2020.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X