Quantcast
facebook rss

Buoni spesa, pubblicato l’avviso
per gli esercizi interessati
Brugni: «Sempre più richieste di aiuto»

EMERGENZA CORONAVIRUS - Ai supermercati che aderiranno alla manifestazione di interesse è stato anche chiesto di applicare lo sconto del 10% sui prodotti come hanno già fatto alcuni grandi gruppi. Domande entro il 3 aprile. Brugni: «Una emergenza sociale mai verificata. La rete della solidarietà sta rispondendo molto bene. Grazie a tutti».
...

L’assessore Brugni

di Franco De Marco

E’ scattata l’operazione per poter effettuare, attraverso i buoni spesa, la distribuzione gratuita di generi alimentari alle persone in difficoltà a causa del Coronavirus. Il Comune di Ascoli ha infatti pubblicato l’avviso per raccogliere le manifestazioni di interesse da parte delle ditte interessate alla fornitura.

Si può aderire alla manifestazione di interesse da domani, primo aprile, fino al 3 aprile. L’Arengo vuole accelerare al massimo i tempi. «Anche perché – sottolinea l’assessore comunale ai servizi sociali Massimiliano Brugni  che coordina tutta l’emergenza sociale da Coronavirus – le richieste di aiuto, ogni giorno che passa, crescono in maniera esponenziale. Sono centinaia e centinaia ogni giorno. Alle persone già note ai nostri uffici se ne aggiungono tante altre inaspettate». Anche piccoli artigiani o piccoli commercianti che fino a prima del blocco delle attività a causa del Coronavirus riuscivano a tiravano avanti. Tutti quelli che facevano piccoli lavoretti oggi non hanno più introiti e non possono contare sui risparmi.

Barbara Gabrielli

Una volta che saranno raccolte le manifestazioni d’interesse, il Comune provvederà a pubblicare l’avviso riguardante coloro che possono accedere al buono o all’aiuto. Si spera di poter avviare la distribuzione dei buoni spesa, da spendere nei supermercati, entro la prossima settimana. «Abbiamo anche sollecitato le varie ditte – rivela l’assessore Massimiliano Brugni – ad applicare uno sconto del 10% sui vari prodotti come già hanno fatto alcuni grandi marchi (ad esempio Gabrielli e Conad, ndr). La rete della solidarietà di Ascoli sta rispondendo molto bene e ringrazio tutti. Abbiamo tante donazioni. Anche da parte di singoli. Anche con piccoli contributi. Sono orgoglioso di questa città. E’ un’emergenza sociale che non abbiamo mai vissuto. Cerchiamo di rispondere a tutte le richieste». I buoni spesa saranno consegnati direttamente dai cittadini agli esercizi commerciali. Il Comune provvederà poi alla liquidazione delle fatture emesse dai negozi entro 30 giorni dal ricevimento. Le domande per aderire alla manifestazione di interesse devono pervenire all’Ufficio Protocollo del Comune per pec (comune.ascolipiceno@actaliscertymail.it) o  mail normale protocollo@comune.ascolipiceno.it). Il modulo per la domanda è scaricabile dal sito del Comune.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X