Quantcast
facebook rss

Covid-19, il grido di allarme
del direttore di Area Vasta 5:
«Reperire Dpi e kit
per l’esame dei tamponi
è una lotta quotidiana»

EMERGENZA CORONAVIRUS - Lo sfogo di Cesare Milani di fronte alla cronica carenza dei presìdi necessari. I reagenti per la Cobas 6800, macchina da 800 analisi al giorno, sono arrivati pochi e in ritardo dall'azienda alle prese con la pandemia. Tante le persone in attesa dell'esito da campioni prelevati, tra cui i medici di base
...

Cesare Milani (Foto Vagnoni)

«Non pensavo di dover arrivare a lanciare un grido di allarme, ma il reperimento di kit per analizzare i tamponi e dei dispositivi di protezione individuale per il personale è una lotta durissima e quotidiana. E’ difficilissimo andare avanti così». E’ la prima volta dall’inizio dell’emergenza che Cesare Milani, direttore generale dell’Area Vasta 5, alza i toni. Lui che che si è sempre impegnato ad infondere ottimismo e, spinto dall’adrenalina e dalle responsabilità, a coordinare un immane, quanto inaspettato, lavoro di squadra.

Milani ha sempre affermato che la Sanità picena, avendo avuto qualche giorno in più per prepararsi, ha potuto non lasciare nulla al caso. Con la sua equipe, (ciascun direttore di ospedali, reparti e servizi per quel che gli compete ci ha messo del suo) ha allestito in pochi giorni un Covid Hospital, al “Madonna del Soccorso” di San Benedetto, e nello stesso tempo messo il “Mazzoni” di Ascoli in condizione di curare gli altri malati in sicurezza. E’ stato formato il personale e  per individuare i sospetti ed assistere i contagiati. Da ieri, 1 aprile, sono partite le Unità speciali per assistere a domicilio i casi conclamati o sospetti. Devono fare i tamponi a casa se necessario.

«Siamo la provincia marchigiana con il minor numero di contagi (173 ad oggi, 2 aprile, ndr) – ricorda il direttore generale di Area Vasta 5 – e abbiamo fatto tutto quello che dovevamo per gestire la crisi, secondo le direttive regionali. Ma i dispositivi di sicurezza arrivano sempre contati. Pure i kit per il macchinario in grado di analizzare 800 tamponi al giorno si fanno attendere».

Inutile ribadire l’importanza dei Dpi, mascherine Ffp2, Ffp3 e set completi, per gli operatori sanitari che devono assistere i Covid. Inutile dire cosa può accadere se mancano, non arrivano in buono stato o nello scatolone sbagliato. Sono distribuiti nel territorio marchigiano dalla Protezione Civile regionale, che le manda come può perchè le richieste sono altissime e le disponibilità evidentemente limitate. Perchè tutto il mondo ne ha bisogno.

Così come dei reagenti per l’esame dei campioni. La Roche, azienda produttrice, deve fare i conti con la Pandemia. E la potente Cobas 6800, a disposizione dell’Area Vasta 5, proprio di quelli ha bisogno per lavorare. Altrimenti è ferma, mentre la precoce rilevazione del Covid anche sugli asintomatici è dimostrato che è una delle più efficaci armi di contrasto alla diffusione del contagio. Erano stai ordinati in gran quantità nei giorni scorsi. Solo stamattina ne sono arrivati meno di 1.000 con la promessa che sabato prossimo ne saranno spediti altrettanti.

Nel frattempo però gli esami non sono fermi in Area Vasta 5, dove è stato fatto ed esaminato il tampone a 590 dipendenti su circa 2.000, dando la precedenza a quelli più a rischio. Ma ce ne sono ancora tanti in attesa, anche i medici di medicina generale. In ogni caso si fa fronte alle emergenze con una macchina più piccola, che processa una quarantina di tamponi al giorno e per la quale si utilizzano reagenti diversi dalla Cobas 6800 e più facili da trovare. Anche perchè ne servono di meno. A breve dovrebbe arrivare un altro apparecchio con le stesse caratteristiche. Al momento gli unici laboratori accreditati per la rilevazione in laboratorio del Covid-19 sono quello dell’ospedale “Torrette” di Ancona, del “Murri” di Fermo, dell’Istituto zooprofilattico e del “Mazzoni” di Ascoli. All’interno dell’Area Vasta 5 si sa poco o nulla del possibile supporto dei laboratori privati per l’analisi dei tamponi.

 

 



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X