Quantcast
facebook rss

In arrivo altri buoni spesa
Fioravanti: «Ora aiuti per l’affitto
e fondo di un milione»

EMERGENZA CORONAVIRUS - Le iniziative del Comune. Luce di speranza dai dati dei contagi ma nel Piceno aumentano i sintomatici rispetto alle altre province. Pasqua e Pasquetta: serrati controlli contro i furbetti della passeggiata
...

Il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti

Oggi, 11 aprile,  nella città di Ascoli sono stati consegnati tutti i circa 500 buoni della spesa alimentare. I beneficiari, quindi, hanno potuto fare i rifornimenti per Pasqua. L’Arengo ha mantenuto l’impegno. Il sindaco Marco Fioravanti, nel suo aggiornamento serale sulla situazione Coronavirus, e su tutte le attività in atto, ha annunciato che ci sarà anche una seconda tranche di buoni spesa alimentare. «Vogliamo allargare la platea – ha detto – alzando i requisiti per l’accesso all’iniziativa. Ci metteremo al lavoro nella prossima settimana». Poi il primo cittadino ha anche annunciato altri interventi significativi per le famiglie in difficoltà: un fondo di un milione, se sarà confermata la sospensione dei mutui,  per l’emergenza Coronavirus e per favorire la ripartenza. «Non è il tempo degli annunci ma dei fatti concreti – ha sottolineato – e il Comune sta cercando di mettere in campo tutte le misure oltre a quelle di Governo e Regione. Vogliamo essere in prima linea. Abbiamo messo in cantiere anche un progetto bonus affitti per venire incontro alle famiglie in difficoltà. Siamo riusciti ad avere un finanziamento per 300.000 euro che ci consentirà di dare aiuto a circa 200 famiglie».

Per quanto riguarda i contagi, secondo i dati del Gores, nel Piceno ci sono 249 casi positivi mentre in isolamento domiciliare ci sono 254 asintomatici e 116 sintomatici. «Molti vedono i dati rassicuranti – le parole di Marco Fioravanti –  una luce di speranza. Siccome però, nella nostra Provincia, rispetto alle altre, sono cresciuti i sintomatici, dobbiamo tenere alta la guardia. Bisogna restare in casa e contenere il contagio».

«Per Pasqua e Pasquetta ci saranno controlli serrati», ha avvertito il primo cittadino dalla sede della Protezione Civile con Sandra Felicioni che ha tradotto nel linguaggio dei segni per non udenti le comunicazioni. «Sarà presidiato tutto il territorio soprattutto nei punti strategici. Restiamo quindi in casa. Per i trasgressori ci sono severe sanzioni», ha aggiunto. Non ci sarà scampo per i furbetti che magari vogliono approfittare della festa e della bella giornata per fare una passeggiata. Infine il sindacato ha voluto sollecitare il presidente della Regione affinché si sblocchi la pratica per consentire ad un laboratorio di analisi di Ascoli di effettuare 100 tamponi al giorno. «Più tamponi si fanno e più teniamo sotto controllo il contagio», ha commentato.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X