facebook rss

Fase 2, l’Ugl propone
doppio un Pronto Soccorso
per San Benedetto
I dati: 100 i positivi ora nel Piceno

EMERGENZA CORONAVIRUS - Il comparto Sanità e Medici del sindacato provinciale: «Uno al piano -2 (l'esistente) e uno al piano +1 (dove era lo storico Pronto Soccorso). In entrambi esami radiografici e tac». L'aggiornamento del Sisp e del Gores 

Il Pronto Soccorso dell’ospedale di San Benedetto

Sono scesi a 100 i positivi del Piceno, lo comunica  il servizio Igiene e Sanità Pubblica dell’Area Vasta 5 che riferisce anche di 172 guariti e un caso positivo in più oggi, 6 maggio.

Solo 5 dei positivi sono ricoverati all’ospedale “Madonna del Soccorso”, 1 in terapia intensiva, 2 in semintensiva e 2 nel reparto dei non critici. Ai piceni, si aggiungono pazienti di altre Aree Vaste, 2 in terapia intensiva, 3 in semintensiva e 9 nel reparto dei non critici.

In questa settimana, secondo il piano per un graduale ripristino degli ospedali di San Benedetto e Ascoli predisposto dall’Area Vasta 5, si provvederà anche a contare le necessità legate alla gestione dei pazienti Covid al “Madonna del Soccorso”. L’obiettivo è quello di pensare ad un doppio percorso per riaprire, lentamente, agli utenti no Covid.

area vasta 5

Diana Sansoni, direttore dei presidi ospedalieri dell’Area Vasta 5

Per quanto riguarda il Pronto Soccorso Diana Sansoni, direttore dei due ospedali della provincia di Ascoli, aveva anticipato che, in non meno di un mese e mezzo, saranno realizzati un’Osservazione temporanea, Obi (osservazione breve intensiva) e Murg per Covid e uno uguale per i no Covid. 

Non saranno smantellati docce e spogliatoi, che ora permettono al personale a contatto con i Covid la delicata procedura di vestizione e svestizione.

«La ripresa delle attività dovrà passare attraverso interventi, anche di tipo murario, per separare nettamente la parte  “pulita” e “sporca” dell’ospedale», aveva precisato la dottoressa Sansoni a Cronache Picene (leggi l’articolo).

La fase organizzativa dei lavori è stata avviata già all’inizio di questa settimana.

Sull’argomento intervengono i comparti Sanità e Medici della Ugl della provincia di Ascoli che «ritiene e propone come formula organizzativa sensata, la separazione dei percorsi e delle strutture gestionali del Pronto Soccorso di San Benedetto, dove  continueranno a confluire i pazienti sospetti Covid da tutta la Provincia per andarsi a sommare ai no Covid.

Per questo motivo – aggiunge il sindacato – , a nostro parere il Pronto Soccorso tornerà a riempirsi, soprattutto in virtù del passaggio alla Fase 2. E per principi precauzionali legati a verosimili rischi clinici non può essere definito e né gestito a doppi percorsi, proprio perche’ incidenti nella stessa area gestionale del piano -2.
La proposta della Ugl è quella di allestire 2 Pronto Soccorsi separati di cui, senza fantasie interpretative, uno al piano -2 (l’esistente) e uno al piano +1 (dove era lo storico Pronto Soccorso). Uno Covid ed uno no Covid. In entrambi potranno essere eseguiti esami radiografici e tac. Il personale, soprattutto quello medico, può essere reperito anche secondo principi razionali di priorità nella pianta organica esistente.
Va oltre tutto sottolineato che la gestione dei pazienti sospetti di Coronavirus, in attesa di tampone, va concentrata in un unico settore di reparto e non disperderli su più piani».

Il laboratorio di biologia molecolare di Ascoli con la macchina Cobas 6800

L’AGGIORNAMENTO DEL SISP E DEL GORES – Rimangono 18 i malati ma ormai quasi guariti perhé in attesa del secondo tampone di conferma e 5 convocati per il primo.

In isolamento ci sono 202 persone, 203 per il Gores (vedi tabella sotto), con 57 sintomatici e 17 operatori sanitari.

I positivi domiciliati sono ora 95, solo 26 post ospedalizzati.

I contagiati dall’inizio della pandemia nella provincia di Ascoli sono 285.

Nelle Marche, nelle ultime 24 ore, 5 persone sono morte per cause legate al Coronavirus, come da tabella del Gores (vedi sotto).

 



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X