facebook rss

«Speriamo di tornare in zona gialla,
c’è un focolaio da gestire a Fano»

EMERGENZA CORONAVIRUS - L’assessore regionale alla sanità Saltamartini pensa che nelle Marche saranno allentate le misure restrittive, ma è cauto a causa di un cluster all’ospedale Santa Croce: «Abbiamo 25 positivi, con 25 in zona grigia, speriamo che questi pazienti non si riflettano sulle terapie intensive»
saltamartini-rty-650x430-1-325x215

Filippo Saltamartini, assessore alla Sanità

Ritorno delle Marche in zona gialla? «E’ l’auspicio, penso di sì però abbiamo un focolaio a Fano che stiamo gestendo: abbiamo 25 positivi, con 25 in zona grigia, speriamo che questi pazienti non si riflettano sulle terapie intensive».

Così l’assessore regionale alla sanità Filippo Saltamartini a margine della seduta del Consiglio regionale rispondendo alle domande dei cronisti: nei giorni scorsi, dopo un colloquio telefonico con il ministro Speranza, il presidente della Regione Francesco Acquaroli aveva preannunciato la possibilità di un ritorno dalla zona arancione a quella gialla per le Marche, dal prossimo 4 dicembre, in virtù del buon andamento dell’indice Rt sceso sotto quota 1.

Il focolaio a cui l’assessore Saltamartini è all’ospedale Santa Croce di Fano (azienda Marche Nord) che ieri aveva segnalato casi di positività in degenti nelle Unità operative di Gastroenterologia e Medicina 3 del presidio.

Acquaroli: «Altra settimana in zona arancione, dal 4 dicembre torneremo in gialla»

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X