Quantcast
facebook rss

Ascoli, Sottil torna a Pescara:
«È come una finale,
siamo pronti e concentrati»

SERIE B - Domani (ore 21) importante scontro salvezza all'Adriatico. Il tecnico torna in Abruzzo da avversario dopo la salvezza conquistata la scorsa stagione: «Dobbiamo giocare con calma, serenità e la giusta cattiveria. Recupero giocatori importanti come Kragl e Buchel»
...

di Salvatore Mastropietro

Dopo sette partite senza vittorie in casa Ascoli il ritorno al successo non può più aspettare. Il calendario mette di fronte nel turno infrasettimanale in programma domani un’occasione da non sprecare. I bianconeri saranno di scena sul campo del Pescara in una sfida a cui, oltre al sempre presente campanilismo nonostante la mancanza dei tifosi, quest’anno si aggiunge un valore di classifica estremamente importante. Piceni ed abruzzesi, rispettivamente terzultimi e penultimi in graduatoria, hanno bisogno di conquistare punti pesanti a tutti i costi per non allontanarsi eccessivamente dalla zona playout attualmente occupata da Cosenza e Reggiana. Il calcio d’inizio fissato alle ore 21 permetterà, inoltre, alle due compagini di conoscere in anteprima i risultati delle dirette concorrenti, che scenderanno in campo nel tardo pomeriggio.

Andrea Sottil

Che quella di domani sia una partita fondamentale è abbastanza assodato nell’ambiente bianconero. Massimo Pulcinelli l’ha definita «la finale delle finali». Sulla stessa scia del patron anche il tecnico Andrea Sottil, intervenuto alla vigilia del match tramite i canali ufficiali della società: «Ho sempre detto che ci aspettavano 12 finali. Ne abbiamo giocate due, domani è un’altra finale importante, uno scontro diretto, siamo pronti, consapevoli delle nostre forze, così come di quelle dell’avversario. Dobbiamo dare continuità ai risultati. Dobbiamo scendere in campo più distesi e sereni, ma con quella cattiveria e quell’umiltà che ci hanno sempre contraddistinto. Recuperiamo due giocatori importanti come Kragl e Buchel, purtroppo Brosco non potrà essere della partita. Peccato, ma giocheranno altri ragazzi, che hanno dimostrato di essere pronti e lo saranno anche domani. Pucino credo potrà rientrare con la Cremonese, Stoian è ancora alle prese con la fisioterapia».

La partita contro il Pescara arriva a tre giorni da quella col Venezia. Potrebbe esserci un po’ di stanchezza, ma mister Sottil ha visto bene la squadra nell’allenamento odierno: «I due giorni di preparazione alla partita sono stati buoni. Ieri ci siamo confrontati sulla sfida con il Venezia, oggi abbiamo svolto un’ottima seduta di allenamento. Ho visto concentrazione, serenità, impegno e grande voglia di affrontare questa importantissima partita, una finale».

Andrea Sottil torna a Pescara per la prima volta da avversario dopo la salvezza ai playout conquistata nella passata stagione con i biancazzurri: «L’anno scorso è stata un’esperienza molto dura, difficile, alla fine abbiamo conquistato la salvezza. È un’esperienza professionale che mi ha dato tanto, ma oggi sono l’allenatore dell’Ascoli, ho un obiettivo e farò di tutto per centrarlo».




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X