facebook rss

Ascoli: lavoro sulla tattica in vista del Venezia,
scelte quasi obbligate a centrocampo

SERIE B - In programma tre partite in sette giorni per i bianconeri prima della sosta del 22-23 marzo. Si parte sabato con la sfida contro i veneti di Zanetti. Sottil studia le mosse da opporre ai lagunari, tra le sorprese del campionato. Senza Buchel e, forse, Caligara, probabili titolari Saric e Danzi. Arbitra Serra

di Salvatore Mastropietro

La corsa dell’Ascoli verso l’obiettivo salvezza passa in maniera importante dalle prossime tre sfide ufficiali. I bianconeri si stanno preparando ad affrontare nel giro di una settimana un trittico di partite contro Venezia, Pescara e Cremonese prima della sosta di fine mese dovuta alla pausa per le nazionali. Si parte sabato 13 marzo alle ore 14 sul prato del “Del Duca” contro la formazione lagunare allenata dall’ex di turno Paolo Zanetti, che si appresta a tornare da avversario sotto le Cento Torri per la prima volta da quando si è conclusa la sua avventura da allenatore del Picchio nel gennaio 2020.

La squadra al lavoro al “Picchio Village”

All’andata la sfida tra piceni e veneti, terminata 2-1 in favore degli arancioneroverdi, aveva condannato all’esonero mister Valerio Bertotto. Per Andrea Sottil, nonostante il recente periodo negativo, questo rischio non c’è minimamente, in quanto gode della massima fiducia da parte della dirigenza e di tutto il gruppo squadra. La partita assume comunque un’importanza fondamentale. I bianconeri sono reduci da sei partite senza vittorie ed hanno bisogno al più presto di conquistare punti pesanti per non vedere allontanarsi ulteriormente la zona playout (distante 3 punti) e la zona salvezza (attualmente a 6 punti).

Mister Sottil ha avuto a disposizione la classica settimana tipo per preparare la sfida contro il Venezia. Il tecnico piemontese si è concentrato assieme al proprio staff tecnico soprattutto sulla parte tattica, che è stata alla base anche della sessione di allenamento di oggi, giovedì 11 marzo. Sarà fondamentale curare al meglio proprio questi aspetti per provare ad impensierire una delle più positive rivelazioni dell’attuale campionato come la squadra veneta, che fa dell’organizzazione uno dei propri punti di forza.

Dario Saric pronto al rientro

Si ripartirà ancora dal duttile e collaudato 4-3-1-2. Rispetto alla partita di sabato scorso contro l’Entella, Sottil dovrà scambiare almeno due terzi del centrocampo, che a Chiavari era composto da Eramo, Buchel e Caligara. Solo il centrocampista pugliese sarà riconfermato, mentre al suo fianco si rivedranno Dario Saric (al rientro dalla squalifica) e Andrea Danzi. Le scelte in mediana sono praticamente obbligate se si considerano il turno di stop inflitto dal giudice sportivo a Buchel ed i problemi muscolari accusati da Caligara, che difficilmente tornerà a disposizione. Il tecnico ex Pescara avrà, invece, ben più alternative per quanto riguarda il reparto offensivo, dove potrebbe rivedersi dal primo minuto Soufiane Bidaoui al fianco dell’inamovibile Federico Dionisi.

Marco Serra

ARBITRO – Sono state rese note le designazioni arbitrali per quanto riguarda la nona giornata di ritorno del campionato di Serie B, che si aprirà domani alle ore 19 con la sfida tra Cittadella e Pisa. Il match del “Del Duca” tra Ascoli e Venezia sarà diretto da Marco Serra della sezione di Torino. Per il fischietto piemontese quella bianconera è la squadra più diretta in carriera nei campionati professionistici. Il bilancio complessivo non è molto positivo: 3 vittorie, 4 pareggi e 6 sconfitte. Gli ultimi precedenti risalgono alla passata stagione: Crotone-Ascoli 3-1 e Ascoli-Pordenone 2-2. Gli assistenti sono Gianluca Sechi di Sassari e Giuseppe Macaddino di Pesaro, quarto ufficiale Alberto Santoro di Messina.

Serie B: Monza e Salernitana, caccia all’Empoli




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X