Quantcast
facebook rss

Ascoli, Eramo: «Punto guadagnato
che fa morale»
Leali: «Salvezza in qualunque modo»

SERIE B - Contro il Venezia i bianconeri sono riusciti a conquistare un importante pareggio nonostante l'inferiorità numerica. Il centrocampista pugliese: «Siamo vivi e lo stiamo dimostrando, ora testa subito al Pescara». Il portiere migliore in campo: «Abbiamo commesso tanti errori, dobbiamo fare più attenzione»
...

di Salvatore Mastropietro

Al “Del Duca” contro il Venezia l’Ascoli ha dato vita ad una prestazione dalle molteplici facce. L’1-1 finale ha sicuramente premiato la squadra bianconera, che dopo essere rimasta in dieci uomini a causa dell’ennesima espulsione – stavolta comminata a Brosco – ha reagito con veemenza trovando il pari con Bajic a due minuti dal novantesimo. La squadra di Andrea Sottil continua, dunque, a muoversi a piccoli passi. Per risalire la classifica servono urgentemente punti pesanti, da conquistare a partire dallo scontro diretto contro il Pescara, in programma martedì 16 marzo.

Mirko Eramo (foto Ascoli Calcio)

Nel post partita, oltre a mister Sottil, ha parlato della prestazione della squadra bianconera anche Mirko Eramo: «E’ punto che vale tanto per noi, più per il morale che per la classifica. Quando sono entrato il mister mi ha chiesto di dare un po’ più di equilibrio e di sfruttare gli inserimenti. Purtroppo dopo l’espulsione la partita si è complicata, ma è importantissimo aver preso un punto in una partita così. Siamo vivi e lo abbiamo dimostrato un’altra volta in campo. Noi pensiamo di partita in partita. Ora guardiamo ad una partita assolutamente da vincere come quella col Pescara. All’ultima giornata tireremo le somme, ma quello che è certo è che vogliamo salvarci a tutti i costi. Non importa se questo passerà dalla salvezza diretta o dai playout, l’importante è l’obiettivo».

Leali

Anche Nicola Leali, senza dubbio migliore in campo, ha detto la sua dalla sala stampa del “Del Duca”: «Oggi ci sono stati sicuramente tanti errori, in circostanze come quelle del gol dobbiamo fare più attenzione. Nel primo tempo non siamo stati sbilanciati, il problema è stato nello sbagliare troppe uscite che permettevano a loro di girare la palla senza problemi. Ne parleremo con il mister e dovremo cercare di migliorare per essere pronti in vista della sfida di martedì. A Pescara non avremo a disposizione il nostro capitano, ma nonostante questo dovremo cercare di tirare fuori una grande prestazione. Playout o salvezza diretta non importa, il nostro obiettivo è raggiungere la salvezza in qualunque modo».




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X