Quantcast
facebook rss

L’Ascoli a caccia di altri punti pesanti:
con la Cremonese per dare continuità

SERIE B - Nell'anticipo del venerdì dell'undicesima di ritorno, i bianconeri ospitano i lombardi reduci da due successi consecutivi. Sottil ritrova Brosco e Pucino, possibile riconferma della coppia Bidaoui-Dionisi. All'andata (3-3) il mattatore fu Bajic con una tripletta. I grigiorossi hanno svoltato sotto la gestione di Pecchia, che avverte: «E' una prova di maturità, affrontiamo una squadra forte». Calcio d'inizio alle 21
...

di Salvatore Mastropietro

A soli tre giorni dalla bella vittoria sul Pescara, che ha sancito il ritorno ai tre punti dopo circa un mese e mezzo, l’Ascoli è atteso da un’altra sfida cruciale. Il calendario non aspetta e domani alle ore 21 i bianconeri saranno impegnati in un altro scontro salvezza contro la Cremonese. A nove giornate dal termine del campionato, la squadra di Sottil ha ridotto ad una sola lunghezza la distanza con la zona playout attualmente occupata da Cosenza e Reggiana, che si affronteranno tra di loro in questo turno. Un risultato positivo sulla scia dell’euforia del successo dell’Adriatico permetterebbe al Picchio, dunque, di abbandonare la zona retrocessione per la prima volta dopo diversi mesi trascorsi nelle sabbie mobili della bassa classifica.

L’esultanza bianconera al termine di Pescara-Ascoli

L’imperativo scandito a più riprese da mister Sottil nelle consuete dichiarazioni prepartita è quello di dare continuità ai risultati e alle prestazioni. Di certo non sarà facile contro un avversario che, da quando Fabio Pecchia ha preso il posto di Pierpaolo Bisoli, ha avuto un importante cambio di passo. I grigiorossi sono reduci da due importanti successi che hanno loro permesso di salire a quota 35 punti in classifica, a +7 sulla zona playout.

L’esultanza di Bajic all’andata

All’andata il match tra piceni e lombardi terminò con un pirotecnico 3-3 con tripletta bianconera di Riad Bajic, che vuole riconfermarsi dopo i due gol decisivi messi a segno contro Venezia e Pescara. Al “Del Duca”, però, gli occhi saranno puntati su altri due bomber come Federico Dionisi e Daniel Ciofani. I due hanno formato nel Frosinone una delle coppie offensive più temibili degli ultimi anni nel panorama cadetto. Sono legati da una bella amicizia, ma in campo – ha affermato anche il nuovo leader del Picchio – sarà battaglia.

Sottil

QUI ASCOLI – Per la sfida di domani mister Andrea Sottil potrà contare su un gruppo quasi al completo. Gli unici indisponibili saranno Mirko Eramo, squalificato per un turno al raggiungimento della quinta ammonizione stagionale, e Adrian Stoian, ancora alle prese con un problema muscolare al quadricipite. Il tecnico piemontese può, però, sorridere per i recuperi di Raffaele Pucino e Riccardo Brosco, che andranno fin da subito a dare manforte ad un reparto arretrato apparso in difficoltà nella sfida contro il Pescara.

Per il resto, nell’ormai collaudato 4-3-1-2 le scelte saranno sostanzialmente in continuità con quelle fatte all’Adriatico. Davanti all’inamovibile Leali potrà finalmente essere schierata dopo diverso tempo quella che – almeno sulla carta – è la difesa titolare formata dalla coppia Brosco-Quaranta e da Pucino e Kragl sugli esterni bassi. A centrocampo saranno confermati Saric e Buchel, mentre per prendere il posto dello squalificato Eramo è in vantaggio Caligara. In avanti, nonostante la buona forma di Bajic e Parigini, dovrebbe essere riproposta davanti al trequartista Sabiri la coppia Bidaoui-Dionisi.

In tutto sono 24 i calciatori convocati da mister Sottil per la gara contro la Cremonese: Leali, Sarr, Venditti, Avlonitis, Brosco, Corbo, D’Orazio, Kragl, Pinna, Pucino, Quaranta, Buchel, Caligara, Danzi, Mosti, Sabiri, Saric, Bajic, Bidaoui, Cangiano, Charpentier, Dionisi, Parigini, Simeri.

Daniel Ciofani ai tempi del Frosinone

QUI CREMONESE – Il club grigiorosso è caccia di altri punti pesanti per guardare con ancora più ottimismo a quello che si preannuncia un caldissimo rush finale. La trasferta del “Del Duca” di domani sarà una vera e propria prova di maturità per una squadra caratterizzata da tanti alti e bassi, ma reduce da un buon periodo di forma. Dall’arrivo di Fabio Pecchia la Cremonese ha raccolto ben 20 punti in 12 partite, bottino che si vuole continuare a incrementare. Il tecnico, passato sotto le Cento Torri da calciatore nella stagione 2006-2007, ha avvertito i suoi dai pericoli rappresentati dalla partita contro l’Ascoli: «Incontriamo una squadra di qualità e di velocità. Hanno giocatori forti e non sarà facile. Spesso in passato non abbiamo raccolto quanto meritato ed è una cosa che ci fa ancora arrabbiare. A  Chiavari c’è stato un atteggiamento positivo, ma domani mi aspetto una squadra che lotti su tutti i palloni per 90 minuti».

In tutto Pecchia avrà a disposizione 23 calciatori, anche se un paio di questi – come Terranova e Valeri – sono reduci da qualche acciacco fisico: Carnesecchi, Volpe, Zaccagno, Bianchetti, Crescenzi, Fiordaliso, Ravanelli, Terranova, Valeri, Zortea, Bartolomei, Buonaiuto, Castagnetti, Deli, Gaetano, Gustafson, Nardi, Valzania, Bàez, Celar, Ceravolo, Ciofani, Colombo.

LE PROBABILI FORMAZIONI

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Pucino, Brosco, Quaranta, Kragl; Saric, Buchel, Caligara; Sabiri; Dionisi, Bidaoui. Allenatore: Sottil.

CREMONESE (4-3-3): Carnesecchi; Fiordaliso, Bianchetti, Ravanelli, Zortea; Bartolomei, Castagnetti, Gustafson; Gaetano, Ciofani, Baez. Allenatore: Pecchia.

Arbitro: Ghersini di Genova (assistenti Bercigli e Scatragli, quarto ufficiale Rapuano).

Stadio: Del Duca, ore 21.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X