facebook rss

Zona gialla, per due sere di fila
sviene in Piazza del Popolo
ma fugge all’arrivo dell’ambulanza

PICENO - L'uomo rischia una denuncia per procurato allarme. Sempre il 2 maggio, a San Benedetto si è verificata un'altra rissa tra ragazzi. Sulla sopraelevata, tre veicoli sono rimasti coinvolti in un tamponamento

Foto di repertorio

Fino a che punto si può arrivare per richiamare l’attenzione? Sarebbe da chiederlo, se individuato, all’uomo che per la seconda sera consecutiva è “svenuto” in Piazza del Popolo ad Ascoli. Ma fingeva, perché all’arrivo dell’ambulanza si è alzato ed è scappato via. 

Il protagonista della bravata, sia oggi 2 maggio che ieri, è stramazzato a terra, creando molta preoccupazione tra i tanti avventori del salotto cittadino che hanno immediatamente chiamato la centrale operativa del 118.

Gli operatori, seppure memori della “presa in giro” della sera precedente, non hanno potuto esimersi dall’inviare il mezzo di soccorso.

Ma la beffa, ai loro danni – e ancor di più ai cittadini, soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria – si è ripetuta. L’uomo si è alzato come se nulla fosse e si è dato alla fuga.

Naturalmente, sia ieri che oggi, sono state avvisate le forze dell’ordine che hanno raccolto diverse testimonianze. Se trovato, l’individuo con tutta probabilità sarà denunciato per procurato allarme.

Lo sgradevole episodio non è stato l’unico ad aver appesantito il lavoro di soccorritori e forze dell’ordine, dispiegate anche per vigilare sulle norme anti Covid, oggi nel primo weekend di zona gialla e con il ponte del primo maggio.

A San Benedetto si è verificata un’altra rissa tra ragazzi, fuori da un bar. Sul posto, oltre a Polizia e Carabinieri, è intervenuta anche l’ambulanza che però è rientrata a mani vuote: i feriti hanno rifiutato il trasporto in ospedale.

E ancora, un tamponamento sulla trafficatissima sopraelevata, a San Benedetto, ha coinvolto tre veicoli. Per fortuna il bilancio è stato “solo” di un ferito lieve trasportato al Pronto Soccorso dell’ospedale di San Benedetto.

m.n.g.

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X