Quantcast
facebook rss

La Samb conosce il suo destino,
c’è l’udienza al Tar del Lazio

CALCIO - Lunedì il Tribunale Amministrativo deciderà sul caso Chievo. Poi nei giorni successivi occuparsi delle formazioni di serie C. Continua il lavoro per la costituzione di un gruppo di imprenditori locali per la serie D. Tra questi Nicola Mozzoni, i fratelli Filiberto e Fabio D'Angelo, Claudio Bartolomei e l'ex presidente del Pescara Oliveri. In ballo anche Gheri Merlonghi
...

di Benedetto Marinangeli

Sarà discusso tra martedì e mercoledì prossimo dal Tar del Lazio il ricorso della Samb contro la decisione del Collegio di Garanzia del Coni di escludere definitivamente il club dal prossimo campionato di serie C. Ancora, però, non è arrivata alcuna comunicazione al presidente Roberto Renzi e all’avvocato Cesare Di Cintio.

Il presidente Renzi

Ma il fatto che lunedì è in programma l’udienza per il Chievo fa presagire che nelle 24-48 ore successive anche la Sambenedettese cercherà di fare valere le sue ragioni dinanzi al Tribunale Amministrativo del Lazio. La sensazione è che comunque la situazione non cambierà nonostante che tra la dirigenza rossoblù ci sia ancora ottimismo per un ribaltamento della sentenza del Coni.

In caso di bocciatura diventa inutile il ricorso al Consiglio di Stato anche perché il presidente della Figic Gabriele Gravina ha deciso di attendere le decisioni del Tar del Lazio prima di dare seguito ai ripescaggi ed alla conseguente composizione dei gironi del prossimo campionato di serie C.

Al di là di tutto sono scarse le possibilità che la Samb possa parteciparvi anche perché il Tribunale Amministrativo non entra nel merito della questione ma è competente a giudicare sui ricorsi, proposti contro atti amministrativi, da soggetti che si ritengano lesi (in maniera non conforme all’ordinamento giuridico) in un proprio interesse legittimo. E l’avvocato Di Cintio nel suo ricorso deve essere bravo a dimostrarlo.

Massimiliano Fanesi

Allo stesso tempo, però, continua il lavoro per il piano B. E cioè la costituzione di una nuova società da parte del sindaco che porti all’iscrizione in sovrannumero in serie D. Si intensificano in tal senso gli incontri tra l’avvocato Roberto Ascani per creare un gruppo estremamente solido che garantisca presente e soprattutto futuro ai colori rossoblù. Ad oggi sono una decina ed iniziano a circolare i primi nomi.

A partire da Nicola Mozzoni, Claudio Bartolomei, i fratelli Fabio e Filiberto D’Angelo e dell’ex presidente del Pescara Antonio Oliveri. Tra questi ci potrebbe essere anche l’imprenditore milanese Gheri Merlonghi che la prossima settimana scenderà a San Benedetto per valutare il suo intervento.

Ma in ballo non ci sarebbe solo questa ipotesi. Tra oggi e l’inizio della prossima settimana, Piunti ha altri incontri. Primo fra tutti quello con l’ex attaccante Massimiliano Fanesi con il quale si sarebbe visto nei giorni passati e che vedrebbe in ballo anche l’imprenditore sambenedettese Enrico Fattò Offidani, attualmente impegnato nella cessione del Fano.

Insomma, giorni frenetici in casa rossoblù, anche perché i termini per l’iscrizione in serie D in sovrannumero dovrebbero scadere il 12 agosto.

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X