Quantcast
facebook rss

Samb, presentato il ricorso:
giovedì la decisione
del Consiglio Federale

SERIE C - Espletati gli adempimenti previsti entro le ore 19 di oggi martedì 13 luglio. La documentazione sarà ora visionata di nuovo dalla Covisoc che poi presenterà i suoi pareri definitivi alla Figc. La tifoseria preoccupata dal silenzio da parte della società
...

di Benedetto Marinangeli

“La A.S. Sambenedettese comunica di aver presentato ricorso nei termini e nelle modalità richieste dalla Covisoc. La società attende ora con grande fiducia l’accoglimento dell’istanza”.

Il presidente Renzi

Questo il laconico comunicato stampa con cui il club rossoblù annuncia di avere espletato gli adempimenti previsti entro le ore 19 di oggi martedì 13 luglio.

Tutta la documentazione sarà ora visionata di nuovo dalla Covisoc che poi presenterà i suoi pareri definitivi al Consiglio Federale della Figc, con il presidente Gabriele Gravina che prenderà la decisione definitiva. Insomma ancora 48 ore e si saprà il destino della Samb. In caso di esito avverso si potrà fare ricorso alla Camera di Conciliazione del Coni ed il 27 luglio ecco che la Lega Pro comporrà i gironi del prossimo campionato.

Non è dato da sapere su quali basi si fonda il ricorso della Samb anche se il nodo gordiano resta sempre quello dei contributi previdenziali non pagati da Serafino e lasciati in eredità alla nuova società. Per la precisione le modalità di pagamento effettuate da Renzi e dai suoi soci che sono state bocciate dalla Covisoc.

Ciò che preoccupa la tifoseria è il silenzio da parte della società. Nessuna dichiarazione ufficiale da quando la scorsa settimana la Covisoc ha bocciato la domanda di iscrizione. Nelle ultime ore era anche girata la voce del pagamento dei 370mila euro richiesti da parte del presidente Roberto Renzi. Cosa che non ha trovato conferme.

Serafino ha lasciato debiti alla società

Il problema, però è un altro. Nel nuovo manuale delle licenze nazionali, da quest’anno  non è più contemplata la possibilità di integrare la documentazione presentata dopo la scadenza del 28 giugno o effettuare pagamenti tardivi. La Samb nel suo ricorso può solo spiegare perché l’adempimento effettuato in prima istanza sia regolare.

Ma bisogna anche dire che la Covisoc la scorsa settimana l’aveva bocciato non iscrivendo il club rossoblù al prossimo campionato di serie C. Insomma la strada è tutta in salita e fosche nubi si addensano sull’orizzonte rossoblù anche se in società, nonostante le bocche cucite, si manifesta ottimismo sul positivo accoglimento del ricorso.

La vittoria agli Europei 2020 della Nazionale di Roberto Mancini potrebbe anche determinare, come è capitato in altre occasione in cui gli azzurri si sono aggiudicati importanti manifestazioni internazionali, una sanatoria generale e quindi anche il fatto che i casi in questione delle sei società non ammesse, possano essere archiviati in modo positivo. Però Roberto Renzi e i suoi soci hanno tirato fuori oltre un milione e mezzo di euro per rilevare la società e farla ripartire dalla serie C. Un comportamento che deve essere tenuto conto dalla Federazione giovedì al momento della decisione definitiva. Non resta quindi che attendere la fatidica data del 15 giugno.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X