Quantcast
facebook rss

Samb, avvocati al lavoro
per il ricorso
«Faremo valere le nostre ragioni»

SERIE C - Saranno i legali Cesare Di Cintio e Federica Ferrari ad occuparsi della pratica al Collegio di Garanzia del Coni. Incontro tra il sindaco Pasqualino Piunti e il presidente Roberto Renzi. Il nodo gordiano dei contributi
...

 

di Benedetto Marinangeli 

 

Sarà lo studio legale Dcf Sport Legal degli avvocati Cesare Di Cintio e Federica Ferrari ad occuparsi del ricorso della Samb al Collegio di Garanzia del Coni. Il club rossoblù fa sapere con una nota stampa che “preso atto del provvedimento ricevuto dalla Federazione ritiene di avere rispettato tutte le norme in materia fiscale ed è assolutamente convinto della propria posizione e si appresta con serenità a far valere le proprie ragioni presso l’organo di competenza”.

Roberto Renzi

Intanto in tarda mattinata il sindaco Pasqualino Piunti si è incontrato con il presidente Roberto Renzi. Insieme all’assessore allo sport Piefrancesco Troli è entrato nell’ufficio del primo cittadino. Un summit in cui l’immobiliarista romano è parso abbastanza tranquillo e sicuro di avere ragione alla Camera di Conciliazione del Coni, basandosi sul fatto che la norma statale ha sempre la prevalenza su quella speciale come può essere infatti l’ordinamento sportivo.

Infatti il nodo gordiano di tutta la vicenda si basa sul pagamento dei contributi di calciatori e dipendenti che Renzi ha effettuato tramite compensazione con impiego di crediti Iva di soggetti terzi. Tale modalità di adempimento non risulta ammessa dal vigente ordinamento sportivo e quindi i menzionati debiti contributivi al 28 giugno 2021 non sono stati correttamente estinti. Un’operazione fiscale, però, che la legge statale permette.

Il Coni

Ci sono anche alcuni precedenti che hanno portato alla prevalenza dell’ordinamento generale rispetto a quello speciale come ad esempio quello della partita Juventus-Napoli dello scorso campionato di serie A quando la formazione partenopea fu fermata a Napoli dall’Asur campana a seguito d i alcuni casi di positività. La giustizia sportiva diede la vittoria a tavolino ai bianconeri ma poi la Camera di Conciliazione del Coni sovvertì il verdetto determinando la ripetizione della gara, affermando la prevalenza del diritto generale.

E proprio su questi precedenti che la Samb dovrà poggiare la fondatezza del suo ricorso. La palla ora passa agli avvocati Di Cintio e Ferrari. A questo punto non resta che attendere il 27 luglio prossimo quando è atteso il pronunciamento del Coni e la compilazione definitiva degli organigrammi, sia di B che di C. Secondo alcune fonti sembra che Paganese e Samb abbiano una posizioni maggiormente recuperabile rispetto alle altre escluse dal campionato.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X