Quantcast
facebook rss

Samb, settimana decisiva
per il futuro: martedì il Tar,
poi l’apertura delle buste per la serie D

CALCIO - La A.S. Sambenedettese di Renzi sarà dinanzi al Tribunale Amministrativo del Lazio riunito in composizione collegiale. Difficile un ribaltamento del primo decreto. Mercoledì alle 12 scadono i termini per la presentazione delle manifestazioni di interesse per il nuovo club rossoblù. C'è Lotito dietro a Manolo Bucci
...

di Benedetto Marinangeli

Sono giorni decisivi per il futuro della Samb. Dopo la pausa di riflessione di Ferragosto, si entra nella fase clou. Martedì mattina, 17 agosto, il Tar del Lazio entrerà nel merito del ricorso presentato dall’A.S. Sambenedettese di Roberto Renzi.

Claudio Lotito

L’assise inizierà alle ore 8,30 con la discussione del caso Chievo per poi passare alle altre società tra cui quella dell’immobiliarista romano. La sensazione è che, nonostante la seduta collegiale, difficilmente si potrà arrivare ad un sovvertimento delle sentenze già avallate in prima battuta, con il solo esame documentale, dal Tar del Lazio.

Altra giornata clou è quella di mercoledì 18 agosto quando alle 12 scadrà il termine per il deposito delle manifestazioni di interesse per il nuovo club che potrà essere iscritto in sovrannumero al prossimo campionato di serie D che prenderà il via il 19 settembre.

Ad oggi sono tre le cordate interessate e che hanno chiaramente espresso il loro intento di presentarsi. La U.S. Sambenedettese 1923 del gruppo degli imprenditori sambenedettesi coagulato dall’avvocato Roberto Ascani, la F.C. Sambenedettese dell’imprenditore milanese ma di origini picene Francesco Angelini e la Sambenedettese 1923 che ha in Manolo Bucci il referente e nel presidente della Lazio Claudio Lotito il deux ex machina.

Roberto Renzi

Siti della capitale vicini alla tifoseria biancoceleste danno per certo il suo coinvolgimento in questa operazione. Lotito avrebbe in programma un progetto quadriennale che prevede, oltre l’immediata risalita della Samb nel calcio che conta anche degli investimenti da effettuare in città per un rilancio globale del calcio in Riviera.

La parola finale spetterà al sindaco Pasqualino Piunti ed alla commissione che sarà allestita all’uopo e che valuterà  tutte le manifestazioni di interesse. Entro il 24 agosto, poi, alle ore 12, il gruppo prescelto dovrà versare i 400.000 euro a fondo perduto nelle casse della Figc che garantisce la partecipazione al prossimo campionato di serie D.

E, poi, una volta ottenuta l’affiliazione del nuovo sodalizio, finalmente anche a San Benedetto si tornerà a parlare di calcio giocato.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X