Quantcast
facebook rss

E’ morto Tonino Armata,
fino all’ultimo dalla parte di bimbi
e ragazzi: il suo addio in una lettera

SAN BENEDETTO - Era il coordinatore dell'Osservatorio permanente dell'Infanzia e Adolescenza del Comune di San Benedetto e autore di interessanti spunti di riflessione, ospitati da Cronache Picene. Due giorni fa il protocollo d'intesa che ha promosso con i candidati a sindaco. L'ultimo saluto, con rito laico, domenica 19 settembre alle ore 16 al cimitero comunale 
...

 

Tonino Armata

E’ morto Tonino Armata, coordinatore dell’Osservatorio permanente dell’Infanzia e Adolescenza del Comune di San Benedetto e autore di interessanti spunti di riflessione, ospitati da Cronache Picene.

L’ultimo scritto però, arrivato in redazione a qualche ora dal suo decesso (probabilmente quindi inviato da qualcuno incaricato di farlo)  ha lasciato senza parole: si tratta di un “autonecrologio”.

Tonino Armata, 82 anni, se n’è andato nella sua abitazione di viale De Gasperi a San Benedetto nel cuore della notte.

Stamattina la notizia si è presto diffusa, insieme alla sua lettera. Ed in tanti stentavano a crederci. Colto prima da stupore poi da un profondo dolore anche il sindaco di San Benedetto, Pasqualino Piunti: «Abbiamo perso un collaboratore prezioso che continuava a battersi quotidianamente per i diritti dei bambini e dei ragazzi».

L’ultima occasione per il sindaco di incontrare Tonino Armata, la firma del Protocollo d’intesa tra l’osservatorio permanente di cui Armata era coordinatore e i candidati a sindaco alle prossime amministrative di San Benedetto. Un’iniziativa promossa proprio da Armata, che ora suona come un atto teso a garantire, con o senza la sua presenza ed in un futuro ormai prossimo, la giusta attenzione verso la popolazione più giovane.

Ecco la lettera arrivata in redazione oggi, 18 settembre, dall’indirizzo di posta elettronica dello stesso Tonino Armata. La pubblichiamo integralmente, perché di certo così avrebbe voluto lui, come è stato fatto per i suoi numerosi interventi: “Tonino Armata è morto. Lo annuncio così a tutti gli amici e conoscenti che mi sono stati sempre vicino e anche a quelli un po’ lontani che saluto con grande affetto. Impossibile nominarli tutti.

C’è una sola ragione che mi spinge a salutare tutti così e ad avere un funerale in forma laica: tolgo il disturbo.

Nel giorno del mio concedo, desidero dare un ultimo saluto pieno, intenso e profondo ai miei figli Enrico, Alessandro, alle mie nuore Simona e Cinzia, e ai miei amati nipoti Lorenzo, Leonardo e Francesco, per l’affetto di cui hanno dato prova in ogni momento. Spero tanto comprendano quanto li ho amati.

Per ultima Tina (ma non ultima). Malgrado le birichinate e il mio spirito libero, a Lei rinnovo l’affetto e l’amore che ci ha tenuto insieme e che mi dispiace abbandonare. A Lei il più doloroso addio.

Un saluto va ai concittadini di San Benedetto del Tronto; alle democratiche e ai democratici che sapranno riconoscersi tali nel ricordo di tante vicende maturate nel Partito Democratico; ai lavoratori di tutti i livelli della Casa Editrice Mondadori, la quale tanto mi ha dato e alla quale tanto ho dato; alla mia amata musica jazz; alla letteratura; all’imponente archivio che si trova nel computer e i tanti libri da regalare alla Biblioteca Comunale Giuseppe Lesca di San Benedetto del Tronto, come fondo Armata.

Un saluto va a tutti i componenti dell’Osservatorio permanente infanzia e adolescenza. Un particolare saluto ai membri dell’associazione “Città dei bambini” con i quali in special modo ebbi a spartire grandi esperienze di espansione della cultura dell’infanzia e a tutti coloro ai quali ho recato offesa e ai quali chiedo perdono.

A tutti, un sincero abbraccio. Tonino”

Dalla redazione di Cronache Picene giungano sentite condoglianze alla famiglia.

 

UNA CARRELLATA DEGLI ARTICOLI DI TONINO ARMATA

 

«Il Covid è la vera minaccia alla nostra libertà, non il green pass»

«Scuola in sicurezza, ma in presenza: basta sacrificare gli studenti»

Libri sotto l’ombrellone, le proposte per l’estate dell’Osservatorio dell’Infanzia

Giornata internazionale dei bambini scomparsi: «Non smettiamo di cercarli»

La scuola merita rispetto

Recovery fund, «Attrattori turistici diventino occasione di aggregazione»

Disabilità, quando l’ideologia discrimina

Vaccini, Tonino Armata: «La paura fa dimenticare che grazie a loro di alcune malattie si è persa la memoria»

Chiusura nidi e scuole d’Infanzia: non c’è futuro senza educazione

Lockdown e Dad, difficoltà di scuole e famiglie nel percorso educativo in quarantena

Questo virus maledetto mi ha insegnato ad avere paura

Internet e pandemia, l’analisi di Tonino Armata: «Raddoppiato il tempo di connessione»

Chi ha paura di Tik Tok

«La ripartenza dopo la pandemia deve passare per gli asili nido»

La centralità della scuola non esiste

Il Capodanno di Tonino Armata: «Dopo il conto alla rovescia, da fare quello dei vaccinati»

Con gli auguri di Natale, Tonino Armata spiega il “paradosso dell’intimità”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X