Quantcast
facebook rss

La Samb pareggia 1-1 a Nereto,
ma Donati ha le valige in mano:
società in conclave per decidere

SERIE D - Al vantaggio di Ristovskoi ha replicato al 90° De Sena su calcio di punizione. La dirigenza rossoblù è rimasta insoddisfatta dalla prestazione ed è pronta a prendere la drastica decisione di esonerare mister Donati
...

Mister Donati di nuovo con le valige in mano

 

di Benedetto Marinangeli

 

Primo punto in campionato per la Samb ma la panchina di Donati è a forte rischio. Entro le prossime 24 ore si conoscerà il destino del tecnico friulano che comunque sembra essere segnato anche perché la dirigenza dal match di Nereto si aspettava ben altro risultato. La Samb era riuscita a pareggiare grazie ad una rete di De Sena su punizione al novantesimo il vantaggio del neretese Ristovkoi.

Era importante tornare da Nereto con almeno un risultato positivo e Lulli e compagni ci sono riusciti al termine di una gara generosa ma non certo esaltante dal punto di vista tecnico-tattico. Il Nereto mastica amaro anche perché fino alla fine aveva pregustato il sapore del primo successo stagionale.

De Sena

Nella Samb si registra l’esordio dal primo minuto del croato Zgrablic per Varga a fianco di Cipolletta al centro e con Alboni e Amato sulle corsie esterne a difendere la porta di Abbrandini.

Nel 4-2-3- 1 di Donati, Lulli e Lorenzoni sono in mediana con  Ferretti, Di Domenicantonio e Peroni a sostegno di Mendicino in avanti.

Il Nereto ha in panchina il neo tecnico Leonardo Bitetto, con l’ex Davide Salvatori a dirigere le operazioni in difesa. Circa 700 gli spettatori presenti al comunale abruzzese, ben 250 nel settore riservato ai supporters sambenedettesi. Il primo squillo dell’ incontro è della Samb al 5’. Lulli raccoglie un fallo laterale in zona offensiva e mette in mezzo un pallone teso che Mendicino spizza di testa ma la sfera termina sul fondo.

La risposta del Nereto al 12’ quando Cipriani prolunga centralmente per Faye sul quale esce coraggiosamente Abbrandini. L’estremo difensore rossoblù resta a terra colpito involontariamente al ginocchio dall’attaccante di casa ed è costretto ad uscire dal campo. Al suo posto ecco il 2003 Bruno.

La Samb prova a fare la partita ed al 19’ è Mendicino a vedersi ribattuta una girata in piena area di rigore con i rossoblù che protestano per un intervento irregolare, ma non sembrano esserci gli estremi per il calcio di rigore. Minuto 27 e il Nereto passa in vantaggio. Errore in disimpegno di Amato che di testa rimette il pallone al limite dell’area dove Ristovskoi ruba palla a Lorenzoni e va alla conclusione in scivolata. Ne esce fuori un rasoterra non troppo angolato che però supera Bruno.

Per i rossoblù di Donati è una mazzata e ne risentono anche sotto il profilo del gioco. La Samb nonostante l’impegno va sempre a cozzare contro l’attenta retroguardia abruzzese. Un squadra in difficoltà anche nella costruzione della manovra, complice un terreno di gioco che non consente chissà quali invenzioni. Al 37’ il Nereto va vicino al raddoppio con Ciganda che si invola ma è bravo Bruno ad uscire e a sventare il pericolo. Il Nereto chiude così in vantaggio il primo tempo.

Nella ripresa al 4’ una punizione di Lulli dalla sinistra sibila sopra la traversa. Due minuti dopo una spizzata aerea di Cipolletta da buona posizione non viene finalizzata da Peroni a porta vuota con la palla che termina sul fondo. Al 10’ è bravo Bruno ad anticipare con i piedi in uscita Ciganda. Il Nereto agisce di rimessa ma Faye non controlla bene il pallone davanti a Bruno, conquistando solo un calcio d’angolo.

Ci prova Zgrablic ma De Luca fa suo il pallone. Nonostante la grande pressione, la Samb non crea pericoli all’estremo difensore del Nereto. Donati cerca di dare nuovo smalto alla sua squadra, inserendo prima Travaglini per Peroni al 20’ e poi tre minuti dopo Lisi per Lorenzoni e De Sena per Mendicino. Al 26’ la formazione di Bitetto si rifà vedere con una punizione di De Falco parata in due tempi da Bruno.

Al 31’ è bravissimo De Luca a farsi trovare pronto su una conclusione dal limite di Ferretti deviando il pallone in angolo. La Samb si getta in avanti alla ricerca del pari ma con molta frenesia e senza la dovuta lucidità. Al 42’  Cipolletta di testa su angolo di Ferretti, a due metri dalla porta, sfiora solo il pallone che termina sul fondo.

E al novantesimo ecco il pareggio rossoblù. Magistrale punizione dal limite di De Sena che non dà scampo a De Luca Un punto che non basta a Donati a salvare la panchina. Silenzio stampa dei rossoblù con il diesse Matteo Sabbadini, estremamente insoddisfatto della prestazione della squadra che ha messo sulla graticola il tecnico friulano, con la società che si è presa 24 ore prima di prendere una decisione definitiva.

NERETO (4-2-3-1): De Luca, Mirabelli, Ghiani, Salvatori, De Falco, Ferrini, Ouedraogo (17′ st Nardini), Cipriani, Ciganda (30′ Pedalino), Ristovskoi, Faye (36′ st Offidani). A disposizione: Diglio, Kuqi, Tinti, Gaia, Cenci, Balducci. Allenatore: Bitetto

SAMB (4-2-3-1): Abbrandini (13′pt Bruno), Alboni, Amato, Zgrablic, Cipolletta, Lulli (40′ st Isacco), Ferretti, Lorenzoni (23′ st Lisi), Mendicino (23′ st De Sena), Di Domenicantonio, Peroni (20′ st Travaglini). A disposizione: Bruno, Zappasodi, De Santis, Varga, Lisi, Cum. Allenatore: Donati

Arbitro: Guerra di Venosa (assistenti Giudice e Gookooluk)

Reti: 27’ pt  Ristovskoi (N), 45’ st De Sena (S)

Note: spettatori 700. Ammoniti: Lorenzoni (S), Mirabelli (N), Cipolletta (S) e Travaglini (S). Angoli 5-4 per il Nereto. Recupero 3’+5′

 

I RISULTATI DEL GRONE F: Fano-Matese 0-1, Fiuggi-Tolentino 1-0, Castelnuovo Vomano-Alto Casertano 3-1, Nereto-Samb 1-1, Porto d’Ascoli-Notaresco 1-1, Recanatese-Pineto 1-1, Trastevere-Montegiorgio 2-0, Vastese-Castelfidardo 0-1, Vastogirardi-Chieti 1-1

LA CLASSIFICA: Trastevere e Fiuggi 12 punti; Porto d’Ascoli, Castelnuovo Vomano, Notaresco, Recanatese e Pineto 10, Tolentino e Castelfidardo 9, Chieti e Matese 8, Fano 5, Vastese e Vastogirardi 3, Nereto 2; Samb, Montegiorgio e Alto Casertano 1




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X