Quantcast
facebook rss

Samb, ad Angiulli il premio
“Sambenedettese di adozione”
Attesa per il transfert di Zgrablic

SERIE D - La consegna nel pomeriggio, in occasione dei festeggiamenti per il Santo Patrono di San Benedetto. La motivazione nelle parole di Gino Troli, presidente del Circolo dei Sambenedettesi: «Per l’atto straordinario che va al di là del calcio. Un attestato per il grande amore che ha dimostrato di avere per questa città». Il difensore croato potrebbe esserci col Nereto
...

di Benedetto Marinangeli 

Federico Angiulli è stato insignito del premio “Sambenedettese di adozione”. La cerimonia di consegna si è svolta nel pomeriggio di mercoledì 13 ottobre, in occasione della Festa del Santo Patrono, nella sala dell’asta del mercato ittico.

Angiulli prima di ricevere il premio

La motivazione viene sintetizzata nelle parole di Gino Troli, presidente del Circolo dei Sambenedettesi che ha istituito l’onorificenza. «Per l’atto straordinario che ha fatto e che va al di là del calcio -dice-. Un attestato per il grande amore che ha dimostrato di avere per questa città».

Angiulli, era stato l’ultimo a lasciare il club rossoblù dopo il fallimento ed aveva firmato un contratto annuale importante con la Triestina. Però lo scorso 30 settembre scorso è tornato alla Samb dopo appena un mese. Ha rescisso l’accordo ed è tornato a vestire la maglia rossoblù. «Una questione di cuore», l’aveva definita ed ora ecco anche questo riconoscimento da parte del Circolo dei Sambenedettesi. Con la maglia giuliana era sceso in campo per tre volte e sarà a disposizione di Massimo Donati a partire dalla gara interna con il Fano del prossimo 24 ottobre.

Mister Donati

Il ritorno in campo di Angiulli farà compiere senza dubbio un salto di qualità al centrocampo della Samb. Insieme a Lulli formerà una cerniera di lusso per la serie D, da categoria superiore. Ma bisognerà attendere ancora una decina di giorni prima del suo impiego, con l’undici rossoblù che domenica prossima avrà l’obbligo, contro il Nereto, di iniziare a muovere la classifica. Vuoi per lasciare l’ultimo posto, vuoi per non perdere ancora più terreno con le posizioni di prestigio del girone. Tra le formazioni che sono dovute ripartire dalla D, la Samb, ad oggi è quella che ha il cammino peggiore.

Il Novara è al secondo posto in classifica, mentre Carpi e Casertana veleggiano intorno alla quinta posizione. Ma questi club hanno avuto più tempo per costruire la squadra, cosa che il diesse Sabbadini deve ancora completare visto che solo il 15 settembre la società di Roberto Renzi ha avuto l’ok dalla Figc l’ok per partecipare al campionato di Serie D, per poi dopo pochissimi giorni scendere in campo.

Intanto agli ordini di Donati si stanno allenando un centravanti lituano ed un portiere estone. Allo stesso tempo si è sempre in attesa del transfert per il difensore croato Ivan Zgrablic. E’ atteso nelle prossime ore per permettergli così di essere a disposizione per la trasferta di Nereto.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X