Quantcast
facebook rss

Quintana tra passato e futuro nell’assemblea di Palazzo Arengo

ASCOLI - La Sala della Vittoria della Pinacoteca ha ospitato la grande adunata in vista del "via" al ricco calendario quintanaro 2022. Attestati di riconoscimento sono stati consegnati a coloro che parteciparono all'edizione Olimpica di Roma 1960. Qualcuno è stato dimenticato, ma presto si rimedierà
...

Alcuni dei premiati che furono protagonisti all’edizione Olimpica del 1960 a Roma

 

Un riconoscimento anche ai sei Sestieri

Quintana tra passato e futuro nella grande adunata, battezzata “Assemblea dei 100”, che si è svolta a Palazzo Arengo, nella Sala della Vittoria della Pinacoteca. Doveva essere, ed è stato, l’incontro-confronto annuale, prima della ripartenza della nuova stagione quintanara, organizzato da Consiglio degli Anziani e Amministrazione comunale, al quale vengono invitati tutti i comitati di Sestiere.

 

Si è parlato delle date degli appuntamenti 2022, che come al solito sono tanti e si muovono intorno ai due clou rappresentati dalle Giostre del 9 luglio e 7 agosto. Ma anche della manifestazione che dà la stura a tutto il movimento, ovvero il ritorno dopo lo stand by dovuto al covid, di “Sestieri all’erta” a giugno con giochi ed esibizioni di vecchi e giovani quintanari.

 

Verrà ripristinato il rito della chiave all’ultimo Sestiere classificato. Si riparte dopo la consegna al Sestiere di Porta Romana, 6° nell’agosto 2021

Passato e futuro della Quintana sono stati al centro dell’adunata. Perla del passato, ha tenuto banco l’edizione Olimpica della Quintana che si svolse a Roma nel 1960 in occasione, appunto, dei Giochi Olimpici. E’ stata l’occasione per consegnare attestati a diversi quintanari che sono stati segnalati dai Sestieri. C’è stata qualche dimenticanza, ma il Consiglio degli Anziani recupererà quanto prima.

 

Tutti e cinque i membri del CdA hanno preso la parola. A fare gli onori di casa il presidente Massimo Massetti. Ad affiancarlo il vice Cristiano Fioravanti, Valeria Brunozzi, Pier Luigi Torquati (rettore) e Fabrizio Gaspari (rappresentante dei Sestieri). E’ intervenuta anche Annagrazia Di Nicola del collegio dei probiviri.

 

La seconda parte dell’assemblea è stata dedicata a Roma 1960, introdotta dal giornalista ascolano Andrea Ferretti, direttore di Cronache Picene, vecchio quintanaro e storico della rievocazione, che ha ripercorso ciò che accadde quel 4 settembre 1960 al Circo Massimo, ma anche antefatti e preparativi della spedizione nella Capitale dove si recarono oltre mille ascolani per sfilare e dare vita a corteo e Giostra.

 

Unico neo, ma non è purtroppo la prima volta, l’assenza di numerosi membri dei comitati. Che sono sei, ognuno composto da tredici persone. Siccome 13 per 6 fa 78, beh… ne erano presenti forse meno della metà. Amen.

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X