Quantcast
facebook rss

Gubbini e Innocenzi,
i Ronaldo e Messi della Quintana

ASCOLI - Dal 2008 a oggi, i cavalieri di Tufilla e Solestà hanno vinto 21 Palii su 26, lasciando soddisfazioni solo alla Piazzarola (Veneri nel 2009) e a Porta Romana (bis di Capriotti nel 2013, Picchioni nel 2016 e Melosso nel 2019). Proprio come i due “mostri” del calcio che, nello stesso arco di tempo, si sono aggiudicati il “Pallone d’Oro” 11 volte su 12 edizioni. La fotogallery
...

 

di Andrea Ferretti

 

Quando nella Quintana di agosto 2001 Luca Veneri, il cavaliere aretino della Piazzarola vincitore ad Ascoli di 7 Palii si impose su tutti in sella a Flower Bud, si commentava l’impresa di un marziano. Impresa che dopo quattro anni (agosto 2005), per la prima volta nella storia della Quintana, venne compiuta da tutti e sei i cavalieri. Quella volta vinse Emanuele Capriotti (Porta Romana) in sella a Atlanda con 1.762 punti davanti allo stesso Veneri della Piazzarola (1.746), Fabrizio Foglia di Porta Maggiore (1.726), Lorenzo Paci di Porta Tufilla (1.720), Franco Melosso – il padre di Lorenzo – di Sant’Emidio (1.716) e l’esordiente Luca Innocenzi di Porta Solestà (1.710).

Luca Veneri

Sempre Veneri fu il primo ad abbattere il muro dei 1.800 punti quando vinse la Quintana di agosto 2006 in sella a Sbottonata chiudendo a quota 1.808. Punteggio che venne migliorato tre volte nel 2009: sempre Veneri a luglio (1.846), poi ad agosto Francesco Scattolini di Porta Maggiore (1.816) in sella a Italian Hope e Massimo Gubbini di Porta Tufilla (1.840) su Eevee.

Nel frattempo l’otto del Campo dei Giochi cominciò a somigliare sempre di più a una pista da Formula Uno e l’impatto col Moro ad essere sempre più aperto e meno difficile da attaccare. Quota 1.900, insomma, sembrava ormai a un tiro di schioppo. Così fu, perché nel 2010 venne superata tre volte: da Innocenzi (Solestà) sia a luglio (1.916) che ad agosto (1.962) entrambe le volte su Dorilas e, sempre ad agosto, pure da Gubbini (Tufilla) su Eevee (1.904).

Il resto è storia di oggi. Duemila punti non sono più impossibili. Anzi, domenica scorsa Gubbini si è avvicinato addirittura a 2.100 stabilendo il record assoluto con 2.084 punti.

Luca Innocenzi (foto Sandro Maoloni)

Nella “Top Ten” della Quintana di Ascoli figurano solo quattro cavalieri: Luca Innocenzi (Porta Solestà) 6 volte, Massimo Gubbini (Porta Tufilla) 3 volte, Lorenzo Melosso (Porta Romana) e Pierluigi Chicchini (Sant’Emidio).

Eccola: 1° Gubbini 2.084 punti su Trentino agosto 2021 – 2° Innocenzi 2.026 punti su Try Your Luck luglio 2015 – 3° Melosso 2.020 punti su Nata’s Jam agosto 2019 – 4° Innocenzi 2.008 punti su Love Story luglio 2021 – 5° Innocenzi 2.002 punti su Try Your Luck agosto 2019 – 6° Innocenzi 1.996 punti su Love Story agosto 2021 – 7° Chicchini 1.994 punti su Look Amazing agosto 2021 – 8° Innocenzi 1.990 punti su Dorilas luglio 2011 – 9° Innocenzi 1.986 punti su Love Story luglio 2019 – 10° Gubbini 1.980 punti su Trentino agosto 2019 e luglio 2021.

Massimo Gubbini (foto Sandro Maoloni)

Gubbini e Innocenzi come Ronaldo e Messi. Questi ultimi due corrono dietro a un pallone, gli altri in sella ad un cavallo e lancia in mano nell’otto del Campo dei Giochi. Per un curioso parallelo tra la Quintana e il “Pallone d’Oro” – l’ambìto premio che dal 1956 viene assegnato al miglior calciatore europeo, poi allargato al migliore del mondo – dal 2008 il “Pallone d’Oro è una questione a due, o quasi. In 12 edizioni (non assegnato nel 2020 causa covid) figura un solo intruso: Modric, il croato del Real Madrid nel 2019. Per il resto, 6 vittorie di Messi argentino del Barcellona e 5 di Ronaldo portoghese del Real Madrid, oggi alla Juve che la prima volta lo vinse quando giocava col Manchester United.

Ebbene, è un po’ quello che è accaduto con la Quintana di Ascoli dove da quello stesso anno (2008) a oggi si sono svolte 26 Giostre. I “Modric” della situazione sono stati Luca Veneri della Piazzarola (una volta nel 2009) e per quattro volte tutti cavalieri di Porta Romana: Emanuele Capriotti (2 volte nel 2013), Fabio Picchioni (2016) e Lorenzo Melosso (2019).

Gli altri 21 Palii sono andati 14 volte (ben 5 “cappotti”) a Innocenzi di Porta Solestà e 7 (un solo “cappotto”) a Gubbini di Porta Tufilla. Ovvero il Messi e il Ronaldo della Quintana di Ascoli.

 

LA FOTOGALLERY DI SANDRO MAOLONI

 



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X