Quantcast
facebook rss

Settecento milioni per le imprese dei crateri del 2016 e del 2009, Castelli: «Un’azione senza precedenti»

SISMA - La cabina di coordinamento integrata ha definitivamente approvato tutti gli schemi dei bandi della misura riservata al sistema delle imprese e degli investimenti economici. L'assessore regionale: «Alla Marche spetterà circa la metà della provvista finanziaria messa in campo»
...

L’assessore Guido Castelli

 

 

La cabina di coordinamento integrata per i terremoti del 2016 e del 2009, nell’ultima seduta del 30 giugno scorso, ha definitivamente approvato tutti gli schemi dei bandi relativi alla cosiddetta macro misura B del Fondo Complementare Sisma denominata “Rilancio economico e sociale”, riservata al sistema delle imprese e degli investimenti economici.

 

La missione della misura è volta a migliorare la capacità competitiva dei nostri territori attraverso l’imprenditorialità della popolazione residente, il rafforzamento del tessuto sociale ed economico e lo stimolo all’innovazione produttiva.

 

«Dopo mesi di lavoro che abbiamo svolto nella cabina di coordinamento che si occupa dell’attuazione del Fondo Complementare PNRR dedicato alle comunità colpite  – ha commentato l’assessore alla ricostruzione Guido Castelli abbiamo approvato tutti gli avvisi che saranno rivolti alle imprese localizzate nel cratere. Alla Marche spetterà circa la metà della provvista finanziaria messa in campo».

 

Nello specifico le sub misure sono così suddivise: B1, sostegno agli investimenti: 380.000 milioni. B2, Turismo, Cultura, Sport e inclusione: 180.000 milioni B3, valorizzazione ambientale, economia circolare e ciclo delle macerie: 60 milioni. B.4, centri di ricerca per l’innovazione: 80 milioni.

 

«Nelle prossime settimane – conclude l’assessore Castelli – saranno pubblicati i bandi relativi a tutte le singole misure che la Regione Marche ha contributo a definire e sagomare al meglio. Incaricheremo quindi la nostra società regionale “Sviluppo Europa Marche” affinché svolga un’azione di animazione, contatto e stimolo del territorio per dare a tutti la possibilità di conoscere e di cogliere questa straordinaria opportunità». 



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X