Quantcast
facebook rss

I tempi della ricostruzione su smartphone o pc

SISMA - Si tratta di un servizio gratuito di informazione che consente, attraverso messaggi, di seguire lo stato di avanzamento della propria pratica. Ecco come funziona
...

 

L’ufficio ricostruzione di Ascoli

 

Arrivano sullo smartphone gli aggiornamenti delle pratiche del terremoto. Si tratta di un servizio gratuito di informazione che consente di seguire l’iter di avanzamento della ricostruzione. I dati sono costantemente aggiornati dall’Usr (Ufficio Speciale per la Ricostruzione) in modo che tecnici e cittadini possano monitorare l’evoluzione riguardante gli immobili per cui è stata fatta richiesta di ripristino post sisma. E lo fa tramite messaggi inviati direttamente sullo smartphone dei cittadini attraverso l’App IO, la stessa utilizzata, ad esempio, per il cashback di Stato, per il Green Pass o per le notifiche dell’Inps.
Ad oggi le notifiche inviate dall’Usr sono state 53.436.

 

Il sistema per la ricostruzione della Regione Marche Domus e piattaforma regionale IoService fanno convergere le notifiche informative verso l’App IO nazionale, così come previsto dalla normativa italiana, che le veicola ai cittadini insieme ai messaggi delle altre Pubbliche Amministrazioni.

 

«Risulta molto importante – spiega l’assessore alla ricostruzione Guido Castelli –sottolineare la praticità di un servizio già avviato, che attraverso le notifiche ricevute sull’App IO consente al professionista che ha presentato la pratica, ma anche ai singoli proprietari degli immobili, di monitorare lo stato del proprio progetto. Si va dal passo iniziale di verifica dell’ammissibilità, passando per la richiesta di integrazioni al professionista, per arrivare alla concessione del contributo, alla autorizzazione di pagamento dei vari stati di avanzamento dei lavori fino alla conclusione».

L’App IO può essere scaricata tramite il Play Store Google o l’App Store Apple.

 

«Chi preferisce navigare da pc o tablet può fruire di un servizio analogo attraverso il sito dell’Usr, anche questo già funzionantecontinua il direttore dell’Ufficio Marco Trovarelli -. Accedendo con il codice fiscale dell’intestatario dell’istanza, del proprietario dell’immobile o dell’unità abitativa o con la partita Iva dell’impresa appaltatrice, viene presentato il dettaglio dello stato di avanzamento della pratica e dei soggetti presso cui l’esame della documentazione o l’attività di processamento richiesta è in corso, tra cui Comune, Usr, Conferenza di Servizi o progettista».

 

Il link da sito è il seguente: https://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Ricostruzione-Marche/Pratiche-presentate-USR

 

Allo stesso link vengono resi disponibili i dati sintetici relativi alle pratiche presentate in merito ai danni lievi su immobili a prevalente destinazione d’uso abitativa o produttiva (Ordinanza numero 4 del 2016), alla delocalizzazione temporanea di attività produttive (Ordinanza 9 del 2016), al ripristino e ricostruzione di immobili produttivi (Ordinanza numero 13 del 2017), alla ricostruzione pesante (ordinanza numero 19 del 2017) ed infine all’Ordinanza 100 del 2020 di attuazione della semplificazione ed accelerazione della ricostruzione privata.

 



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X