Quantcast
facebook rss

Verso Ascoli-Frosinone, anche la leadership del 2022 tra i temi caldi dell’anticipo

SERIE B - Bianconeri e ciociari sono le due squadre ad aver conquistato più punti nel campionato cadetto da gennaio in poi. Prosegue la preparazione in vista della sfida del "Del Duca", dove si attende un'atmosfera delle grandi occasioni
...

di Salvatore Mastropietro

 

Prosegue la preparazione in casa Ascoli in vista del prossimo impegno di campionato, in programma venerdì alle 20,30 al “Del Duca” contro il Frosinone. Al “Picchio Village” i bianconeri di mister Bucchi sono stati impegnati in una seduta di lavoro incentrata su un circuito di forza a stazioni in palestra, riscaldamento tecnico, possessi palla e partita.

 

I bambini dell’Isc Castel di Lama al “Picchio Village” (foto Ascoli Calcio)

Dopo aver dato continuità alla striscia positiva con il pareggio ottenuto in extremis sul campo del Brescia, il Picchio vuole continuare a fare bene contro una delle squadre più in forma dell’intero campionato di Serie B. I ciociari sono la capolista del torneo con cinque punti di vantaggio sulle inseguitrici (otto in più dell’Ascoli) e sperano di mantenere inalterato il vantaggio prima della sosta.

 

Dionisi (foto Ascoli Calcio)

I temi che accompagnano l’anticipo di venerdì sono numerosi. Tra tutti ne spunta uno un po’ insolito: la lotta per la leadership di punti in Serie B nel 2022. La speciale classifica che tiene conto dei punti conquistati a partire da gennaio vede proprio Ascoli e Frosinone ai primi due posti. Comandano i bianconeri con 58 punti, una lunghezza di vantaggio sui canarini di Fabio Grosso. Inseguono Ternana (52) e Brescia (51).

 

La classifica non tiene conto di quelle squadre che nella stagione scorsa militavano in Serie A o Serie C, ma fornisce comunque un quadro interessante. Vale a dire quello di due società con progetti tecnici in crescita e sempre più solidi. Nonostante la fine dell’era Sottil, i risultati delle scelte prese in estate dalla società di Corso Vittorio stanno via via pagando. Il Frosinone ha alle spalle negli ultimi anni due anni di massima serie e stagioni da progagonista in B (con l’attuale capitano bianconero Dionisi sempre uomo chiave). Il nuovo “Stirpe”, inoltre, è un gioiellino infrastrutturale per una città simile alle dimensioni del capoluogo piceno. Nonostante ciò, l’Ascoli vuole dimostrare che il divario tecnico è ben inferiore a ciò che dice adesso la classifica. E le recenti prestazioni della squadra di Bucchi fanno sicuramente ben sperare tutto l’ambiente bianconero, che si appresta a riempire il “Del Duca” e a fare sentire tutto il proprio tipico calore.

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X