Quantcast
facebook rss

Ascoli: domani la partenza per Bolzano, al “Picchio Village” incontro con i fan club ufficiali

SERIE B - Bianconeri verso il match contro il Sudtirol: Bucchi al lavoro sulla tattica. Al centro sportivo si è tenuto il primo incontro tra la società e i rappresentanti delle realtà di tifosi che si sono iscritte all'apposito albo. Al "Druso" in campo con il pallone rosso contro la violenza sulle donne
...

 

di Salvatore Mastropietro

 

Dopo la sosta dello scorso weekend in casa Ascoli ci si prepara ad entrare in clima calcio giocato. Domenica 27 novembre al “Druso” di Bolzano i bianconeri saranno protagonisti di una sfida inedita nella propria storia. Mai, infatti, il Picchio ha affrontato il Sudtirol, che sta vivendo – per giunta da protagonista e con un rendimento al di sopra delle aspettative – la prima stagione in Serie B della propria storia.

 

Bucchi (foto Ascoli Calcio)

La sfida in terra alto-atesina nasconde tante insidie e mister Bucchi lo sa molto bene. Negli ultimi giorni lo staff tecnico si è incentrato molto sull’aspetto tattico. Questa mattina al “Picchio Village” i bianconeri hanno svolto una seduta di allenamento incentrata su un circuito di forza a stazioni in palestra, torelli, sessione tattica e partita a campo ridotto.

 

Domani alle ore 11 è in programma un allenamento al centro sportivo a porte chiuse. Subito dopo pranzo squadra e staff partiranno in direzione Bolzano. La partenza è stata anticipata di un giorno con l’obiettivo di evitare i potenziali effetti negativi del lungo viaggio, come fatto spesso negli ultimi anni nel caso di trasferte con diverse ore di viaggio.

 

I 12 fan club ricevuti al “Picchio Village” (foto Ascoli Calcio)

FAN CLUB – Oggi pomeriggio si è svolto al “Picchio Village” un incontro fra l’Ascoli Calcio e i rappresentanti di dodici fan club bianconeri: Ceska Bianconera, Fedelissimi Arquata del Tronto, Ascoli Club Agro Pontino, Vienna Bianconera, Veterani Ascoli Piceno e sezione Veneto, Pallonari, Regio V Picenum, Ascoli Club Offida, Piceni delle Marche, Club Costantino Rozzi Montegiorgio, Pagliare Bianconera.

 

Tutti hanno risposto presente al censimento voluto dalla società di Corso Vittorio Emanuele, su input del Club Veterani 74, con l’intento di dare un carattere di ufficialità a tante realtà che da anni (alcune da decenni) seguono costantemente le vicende del Picchio. Dal club più giovane – i “Piceni delle Marche”, nato da qualche settimana nel nord delle Regione – a quello più antico, il Club Rozzi di Montegiorgio, che quest’anno festeggerà i cinquant’anni dalla fondazione. Quest’ultimo era rappresentato oggi dal fratello e dal figlio del compianto Alberto Liberati, scomparso nel marzo scorso e vera anima del club, oltre che fondatore.

 

Per l’Ascoli Calcio erano presenti il direttore generale Domenico Verdone, il direttore sportivo Marco Valentini, la responsabile comunicazione Valeria Lolli, l’area marketing bianconera e lo SLO Tassi, delegato ai rapporti con la tifoseria.

 

Nel corso dell’incontro il dg Verdone e i calciatori Nicola Leali e Michele Collocolo hanno consegnato ai Club un pallone personalizzato in cuoio. Quello di oggi è stato solo il primo passo di un percorso comune che vedrà un costante confronto fra i club e la società bianconera, oltre che un’opportunità per gli iscritti ai dodici fan club censiti per usufruire di benefit e scontistiche.

 

Il pallone che sarà utilizzato in Serie B nel prossimo weekend

LEGA B – La Lega Serie B, in concomitanza con il 25 novembre, Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, si schiera per contrastare quella che rappresenta sempre più un’inaccettabile piaga sociale. Anche quest’anno, grazie alla collaborazione con lo sponsor tecnico Kappa, la Lega Serie B, in occasione della 14a giornata di campionato, intende sensibilizzare l’opinione pubblica contro un fenomeno sempre più preoccupante. Lo farà attraverso lo strumento cardine del gioco del calcio, il pallone, che abbandonerà il tradizionale colore blu per lasciare spazio al rosso, che caratterizza e rappresenta la lotta contro la violenza sulle donne.

 

Insieme al pallone rosso la Lega Serie B ha previsto un’ampia campagna di sensibilizzazione che comprende video e attività sui social, messaggi speaker negli stadi, led a bordocampo, produzioni televisive e adv sui quotidiani partner della Lega B. L’obiettivo è sensibilizzare l’opinione pubblica, veicolando un messaggio forte ed incisivo che possa non soltanto scuotere le coscienze, ma anche portare alla luce i numerosi casi di violenze non denunciate e che purtroppo passano sotto silenzio.

 

Walter Junior Casagrande: un grande amarcord bianconero




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X