Quantcast
facebook rss

Ascoli, dal Sudtirol alla Reggina: sei impegni in 30 giorni per chiudere il 2022

SERIE B - Ricevuto il verdetto del giudice sportivo, il match contro il Frosinone è definitivamente alle spalle in casa bianconera. Al "Picchio Village" Bucchi ha impegnato i suoi in una doppia seduta: occorre prepararsi al meglio ad un ultimo mese di campionato ricco di gare impegnative
...

di Salvatore Mastropietro

 

Con il verdetto del giudice sportivo diramato ieri l’Ascoli può finalmente mettersi alle spalle la sconfitta casalinga contro il Frosinone, le susseguenti polemiche e le scorie negative che dopo determinati episodi inevitabilmente possono caratterizzare l’ambiente.

 

Bucchi (foto Ascoli Calcio)

La settimana di pausa per gli impegni delle nazionali permetterà ai bianconeri di centrare di nuovo il focus sul proprio lavoro e sul proprio cammino in campionato, caratterizzato dal match contro il Bari in poi da una serie di prestazioni (e conseguenti risultati) molto convincenti. Questi giorni serviranno a Cristian Bucchi per lavorare sull’aspetto fisico e sull’aspetto tattico. Il 3-5-2 è sempre più consolidato, ma restano da sistemare diversi meccanismi – soprattutto in fase offensiva – per continuare il proprio percorso di crescita e per provare a insidiare le tante concorrenti per una posizione playoff.

 

Oggi, mercoledì, al “Picchio Village” lo staff tecnico ha impegnato il gruppo in una doppia seduta di allenamento. Stamane il lavoro è stato articolato in attivazione motoria, circuito di forza in palestra, sprint in campo e lavoro tecnico tattico; nel pomeriggio attivazione tecnica e partite a pressione. Domani è in programma un allenamento alle ore 14 sempre al centro sportivo.

 

Dionisi (foto Ascoli Calcio)

Nei prossimi giorni si comincerà a preparare il match che attende l’Ascoli alla ripresa del campionato. Domenica 27 novembre (ore 15) i bianconeri saranno attesi da una squadra ostica come il Sudtirol. La compagine bolzanina ha attualmente un punto in più in classifica rispetto a quella picena e non perde da oltre due mesi e mezzo: di fatto, l’imbattibilità dura da quando Pierpaolo Bisoli si è seduto in panchina.

 

In tutto, prima della sosta di due settimane a cavallo tra dicembre e gennaio, i bianconeri dovranno disputare 6 partite in 30 giorni. Dopo la trasferta in casa del Sudtirol, domenica 4 dicembre (ore 15) il Picchio tornerà al “Del Duca” contro il Como. Una settimana dopo (11 dicembre, sempre alle 15) sarà la corazzata Genoa a far visita all’impianto piceno, ma prima Dionisi e compagni dovranno affrontare il Pisa in terra toscana nel giorno dell’Immacolata (ore 18). Il penultimo impegno dell’anno solare vedrà l’Ascoli impegnato domenica 18 dicembre (ore 14) al “San Vito-Marulla” di Cosenza. Nel giorno di Santo Stefano, lunedì 26 dicembre alle ore 15, chiusura del girone d’andata e del 2022 al “Del Duca” contro la Reggina di Pippo Inzaghi.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X