Quantcast
facebook rss

Ascoli-Genoa 0-0: sfida equilibrata e combattuta, ma che rabbia per le occasioni non sfruttate (Video e foto)

SERIE B - Partita giocata a viso aperto con due parate di Guarna che salva il risultato, poi le tre ghiotte opportunità bianconere, nella stessa azione, per sbloccare il risultato: palo di Dionisi, salvataggio di un difensore sulla linea di porta su tiro di Gondo e palo sfiorato da Collocolo su centro dello stesso centravanti. La vittoria manca da sei partite, ma la squadra lascia il campo tra gli applausi dei tifosi che ad inizio partita sono stati protagonisti di scontri, per fortuna a distanza, con quelli rossoblù
...

 

 

di Andrea Ferretti

 

Sei partite senza vittorie ma la squadra lascia il campo tra gli applausi dei suoi tifosi. Accade al termine di Ascoli-Genoa, una gara combattuta, corretta e molto equilibrata. Come dimostrano le occasioni su entrambi i fronti, quelle dell’Ascoli addirittura nell’incredibile volgere di pochi secondi. La classifica non cambia con il Genoa che resta a ridosso delle prime due e l’Ascoli sempre lì alla finestra della zona playoff. Ultimo successo bianconero a Venezia il 29 ottobre, ultimo al “Del Duca” con il Cagliari il 24 ottobre.

 

LE PREMESSE – L’Ascoli recupera diversi giocatori, compreso Falasco che gioca con una maschera protettiva, ma Bucchi è senza lo squalificato Bellusci e gli infortunati Leali Gnahorè, Simic e Fontana. Dal primo minuto, nel 3-5-2, rispetto alla sconfitta di Pisa la novità è Giovane in cabina di regia. Nel Genoa, che dopo le due sconfitte con Perugia e Cittadella e il cambio di allenatore ha battuto il Sudtirol, seconda panchina per Gilardino che conferma il 4-3-3 ma deve fare a meno degli infortunati Pajac, Ekuban e Badelj, più Portanova per le note vicende giudiziarie. Arbitra l’internazionale Doveri. I primi dieci minuti sono caratterizzati dallo scontro, per fortuna a distanza, tra le tifoserie che si lanciano contro fiaccole e seggiolini divelti nel settore ospiti.

 

IL PRIMO TEMPO – In campo il Genoa parte forte, l’Ascoli aspetta la ripartenza giusta, ma dalle parti di Guarna e Semper non arrivano pericoli fino al 43’. In chiusura di tempo il Genoa trova l’imbucata per Coda che sorprende la difesa presentandosi davanti a Guarna, bravo in uscita a respingere con i piedi.

 

Due tifosi del Marocco allo stadio fasciati con la loro bandiera

IL SECONDO TEMPO – Dopo l’intervallo nel tridente del Genoa c’è Puscas per Gudmundsson. Al 5’ finisce alto il colpo di testa di Tavcar. Al 11’ un cambio nell’Ascoli: accanto a Gondo ora c’è capitan Dionisi al posto di Lungoyi. Gilardino al 15’ richiama invece Coda e Strootman affidandosi a Yeboah e Ilsanker. La gara continua ad essere incatenata. Bucchi al 20’ alterna i play: Eramo per Giovane. Al 24’ seconda palla gol per il Genoa con la girata di testa di Sabelli sventata in angolo da Guarna. Al 29’ l’Ascoli supera il Genoa nel computo delle occasioni nel corso della stessa azione. Tutto in pochi secondi: palo di Dionisi, tiro di Gondo respinto da Sabelli sulla linea di porta e Collocolo che sfiora il palo. Le squadre continuano ad affrontarsi a viso aperto anche se a spingere di più è l’Ascoli, ma la retroguardia rossoblù regge bene fino al triplice fischio di Doveri, il migliore in campo.

 

I tifosi del Genoa

ASCOLI (3-5-2): Guarna; Tavcar, Botteghin, Quaranta; Donati, Collocolo, Giovane (20’st Eramo), Caligara, Falasco; Lungoyi (11’st Dionisi), Gondo. A disposizione: Baumann, Salvi, Ciciretti, Adjapong, Giordano, Falzerano, Bidaoui, Palazzino, Buchel, Mendes. Allenatore: Bucchi

 

GENOA (4-3-3): Semper; Hefti, Bani, Dragusin, Sabelli; Frendrup, Strootman (15’st Ilsanker), Jagiello (31’st Galdames); Aramu (42’st Sturaro), Coda (15’st Yeboah), Gudmundsson (1’st Puscas). A disp.: Martinez, Vodisek, Czyborra, Vogliacco, Lipani, Yalcin, Boci. Allenatore: Gilardino

 

Arbitro: Doveri di Roma (assistenti Miele di Torino e Moro di Schio, quarto ufficiale Fourneau di Roma, Var Maresca di Napoli, Avar Paganessi di Bergamo)

 

Note: spettatori 7.072, incasso 66.616 euro (paganti 3.160 compresi 510 ospiti, euro 35.451; abbonati 3.912, euro 31.165). Espulso 41’st collaboratore tecnico Giampieretti (A). Ammoniti: Hefti (G), Falasco (A) e Aramu (G) per gioco falloso, Puscas (G) per proteste. Angoli 1-1. Recupero 0’+4′.

 

(foto Ascoli Calcio)

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X