facebook rss

Strada Mezzina, la messa in sicurezza
passa anche attraverso
il taglio delle erbacce

OFFIDA - Dopo la ripresa dei lavori del terzo lotto in contrada Lava e la segnaletica orizzontale provvisoria, continua la messa in sicurezza di una arteria che vuole scrollarsi di dosso la definitizione di "strada della morte". Il sindaco Massa: «I rischi vanno sempre prevenuti»

Il cartello che segnala i lavori sulla “Mezzina”

foto e testo di Simone Corradetti

Non ci si rassegna all’idea che tutto possa passare inosservato sulla spinosa situazione della strada provinciale “Mezzina” e tutti i problemi legati alla sicurezza degli automobilisti. L’arteria, che Offida e Castel di Lama, è stata protagonista di numerosi incidenti, anche gravi e purtroppo mortali. Si porta dietro la sinistra definizione di “strada della morte”, per le drammatiche vicende accadute a febbraio e agosto 2019 quando hanno perso la vita il dottor Valerio Cicconi, medico dell’ospedale Mazzoni di Ascoli, e poi il commercialista Mario Ciabattoni, residente a Castorano ma nativo di Offida.

Dopo queste disgrazie, molti cittadini si sono indignati per le precarie condizioni in cui versa la “Mezzina” inoltrando perfino una raccolta firme alla Provincia e alla Prefettura di Ascoli in cui chiedevano l’installazione dei tutor per rilevare la velocità, il taglio delle erbacce lungo la strada e controlli rafforzati da parte delle forze dell’ordine. Nelle ultime settimane sono intanto ripresi i lavori del terzo lotto, in contrada Lava, dove la segnaletica orizzontale di colore giallo sulla carreggiata sta a segnalare i “lavori in corso”. Non solo, ma finalmente si è provveduto anche al taglio delle erbacce che ormai coprivano la visuale ai conducenti di auto, moto e mezzi pesanti. Sul ciglio della strada c’è il cartello “rallentare, lavoriamo per voi, grazie”.

Sulla situazione della “Mezzina” interviene Luigi Massa, sindaco di Offida. «Voglio evidenziare le segnalazioni fatte dall’Amministrazione comunale per vie brevi e formali alla Provincia – dice – apprezzando la ripresa dei lavori per la messa in sicurezza. Al di là di tutto – conclude – bisogna sempre prevenire i rischi, che possono mettere a repentaglio l’incolumità pubblica».

Mezzina, avanzano i lavori ma restano pericolo incidenti e incuria

Provinciale Mezzina, ancora un incidente e nessuno interviene

Mezzina, i lavori sono ripartiti ma resta la pericolosità della strada

Provinciale Mezzina: lavori fermi, nessuno interviene

Mezzina, strada da incubo: non si può restare in silenzio

Mezzina, la strada della morte Con la moto si schianta contro un camion: perde la vita il commercialista Mario Ciabattoni di 58 anni

Autovelox rimossi ad Ascoli e sulla Provinciale Picena, presto uno nuovo sulla Mezzina

Mezzina, arrivano 11 milioni per ammodernare la viabilità

Strada Mezzina, l’annuncio di Massa: «A luglio riparte il cantiere»

Provinciale Mezzina, la strada della morte: una petizione per renderla più sicura

Tragedia sulla Mezzina Si schiantano tre auto: muore Valerio Cicconi medico dell’Ospedale “Mazzoni”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X