facebook rss

Emergenza Coronavirus
Positivi due coniugi di Monsampolo
A San Benedetto altri 6 posti per Covid

EMERGENZA - La coppia era in casa già da qualche giorno per quella che sembrava una normale influenza. Ieri i problemi respiratori, oggi pomeriggio la conferma. Entrambi sono ricoverati all'ospedale di San Benedetto, nel quale saranno ricavati altri sei posti per la terapia intensiva. In ospedale anche il 64enne primo contagiato di Ascoli. Il sindaco di Monsampolo, Narcisi: «A loro il mio augurio di pronta guarigione». L'aggiornamento del Gores

L’ospedale “Madonna del Soccorso” di San Benedetto (Foto Cicchini)

Il contagio oggi, sabato 14 marzo, si avvicina alla costa picena dove due persone sono risultate positive al Coronavirus. Si tratta di due coniugi di circa 70 anni, ricoverati in via precauzionale all’ospedale “Madonna del Soccorso” di San Benedetto. Erano entrambi a casa da qualche giorno con quella che sembrava una semplice influenza. Ieri, invece, sono insorti problemi respiratori che li hanno indotti a rivolgersi alla struttura sanitaria dove sono stati effettuati i tamponi.

Insieme con la conferma del contagio, forse avvenuto per il fatto che il marito è un imprenditore abituato a viaggi frequenti anche nel nord Italia, è scattata l’indagine per individuare tutte le persone che la coppia ha frequentato di recente, per essere poste in isolamento domiciliare fiduciario. Ruolo importante per il rispetto di questa misura lo avrà l’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Massimo Narcisi, al quale la Prefettura invierà l’elenco dei cittadini del Comune di residenza da monitorare.

Il sindaco Narcisi

La notizia ha fatto presto il giro del piccolo centro della vallata del Tronto destando qualche legittima preoccupazione sulla quale interviene lo stesso sindaco: «Questo non è certo il momento della caccia all’uomo. Invito piuttosto la popolazione a non perdere la testa e, sopratutto, a rimanere a casa. Oggi abbiamo chiuso parchi, giardini e anche il cimitero. Eppure vedo ancora troppo movimento nelle strade e sulle piazze, e questo non va bene. Ai nostri concittadini malati, invece, rivolgo un grande in bocca al lupo affinché possano rimettersi al più presto».

In questo momento all’ospedale di San Benedetto sono ricoverati quattro pazienti del Piceno positivi al Coronavirus. Oltre alla coppia di Monsampolo, infatti, ci sono il 55enne dirigente del Comune di Ascoli e, da oggi, anche il 64enne – primo contagiato di Ascoli – perché aveva la febbre alta. Nel corso della giornata le sue condizioni sono migliorate.

LA RIORGANIZZAZIONE DEI REPARTI – Intanto nel nuovo Piano regionale per l’emergenza sanitaria, nella struttura sambenedettese dovranno essere ricavati altri sei posti letto di terapia intensiva per pazienti Covid, con il trasferimento di quelli ricoverati per tutt’altri motivi probabilmente al “Mazzoni” di Ascoli, che invece è destinato per i “Non Covid”. Lunedì ad Ascoli saranno pronti venti posti letto di terapia sub intensiva ricavati nella palazzina ex Aids.

L’AGGIORNAMENTO DEL GORES – Nel quotidiano bollettino dei decessi inviato dal Gores, oggi sabato si contano 10 decessi nelle Marche, negli ospedali Marche Nord, Senigallia, Jesi e Camerino. Il più giovane è un uomo di Pesaro di 67 anni, il più anziano aveva 88 anni. Tutte le vittime accusavano patologie pregresse.

m.n.g.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X