facebook rss

San Benedetto rivede i servizi
Monteprandone chiude i parchi

EMERGENZA CORONAVIRUS - Individuati quelli indifferibili, i dipendenti potranno lavorare da casa laddove possibile. I provvedimenti restano fino al 25 marzo ma sono suscettibili di variazioni legate all'emergenza virus

Il Comune di San Benedetto

Nella seduta di giunta comunale di questa mattina venerdì 13 marzo, svoltasi alla presenza anche dei dirigenti, a San Benedetto è stata organizzata la modalità di attuazione della modalità di espletamento della prestazione lavorativa in smart working, o ” lavoro agile “.

Secondo il decreto di Conte infatti, il lavoro agile diventa modalità ordinaria di lavoro almeno fino al 25 marzo 2020, tranne che per i servizi individuati dalle Amministrazioni come indifferibili e da dover rendere “in presenza”.

Per questi ultimi, verrà disposta la fruizione delle ferie ricorrendo a meccanismi di turnazione del personale per salvaguardare adeguati livelli di funzionalità del servizio. L’erogazione dei servizi al pubblico avverrà esclusivamente previo appuntamento telefonico ai numeri reperibili sul sito istituzionale, oppure tramite accesso ai servizi disponibili on-line, consultabili sempre tramite accesso al sito web.

A Monteprandone, intanto, il sindaco Loggi ha disposto la chiusura dei parchi «almeno fino al 25 marzo».



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X