facebook rss

A San Benedetto solo urgenze
di pazienti con sintomi influenzali,
tutte le altre al “Mazzoni” di Ascoli

EMERGENZA - La disposizione dell'Area Vasta 5 entrerà in vigore dalle ore 15 del 17 marzo e riguarda tutti i cittadini che si dovranno rivolgere autonomamente al Pronto Soccorso o al reparto Medicina d'Urgenza. Il "Madonna del Soccorso" avrà 120 posti letto per Covid e 10 di terapia intensiva. I pazienti ricoverati saranno trasferiti nelle cliniche private o ad Ascoli, che rimarrà centro Non Covid. I servizi di Cup e cassa solo per via telematica o attraverso il numero verde. Gli altri servizi

L’ospedale “Mazzoni” di Ascoli (Foto Vagnoni)

Con delibera del 12 marzo scorso la Regione Marche ha individuato l’ospedale “Madonna del Soccorso” di San  Benedetto tra quelli destinati al ricovero e cura dei pazienti infetti da Covid-19, mentre il “Mazzoni” di Ascoli garantirà l’assistenza ospedaliera per le altre patologie. Per dare corso alla disposizione l’Area Vasta 5 ha stabilito che dalle 15 di domani, martedì 17, il Pronto Soccorso ed il reparto di Medicina d’Urgenza di San Benedetto svolgerà le attività di emergenza per i pazienti con sintomi influenzali. L’analoga struttura operativa di Ascoli Piceno provvederà invece per tutte le altre tipologie di urgenze.

Si invita, pertanto, la popolazione ad attenersi a tali indicazioni qualora dovesse ricorrere in maniera spontanea ai servizi di emergenza.

Al fine di effettuare la riconversione funzionale dell’ospedale di San Benedetto del Tronto, per tutta la durata dell’emergenza Covid-19, i pazienti attualmente ricoverati verranno trasferiti nelle case di cura provate convenzionate con la Regione Marche. Nel Piceno sono “Villa San Marco” di Ascoli e “Villa Anna” e “Stella Maris” di San Benedetto. I casi più gravi verranno trasportati al “Mazzoni” di Ascoli. I reparti ad essere interessati dalla modifica saranno Geriatria e Medicina, da cui ricavare un centinaio di posti. Erano già stati recuperati posti dalla Medicina d’Urgenza e dalla Rianimazione, ai quali se ne aggiungeranno altri in fase di allestimento. A regime, in conseguenza di tale adeguamento, il “Madonna del Soccorso” disporrà di 120 posti letto da utilizzare per i pazienti Covid e 10 posti letto di terapia intensiva. Non vi sarà alcuna variazione per quanto riguarda i servizi di assistenza per la Dialisi e l’Hospice.

Nella sede di Ascoli Piceno è in fase di allestimento un’area di semi-intensiva con 21 posti letto, collocata al di fuori del percorso ospedaliero, a potenziamento della dotazione attuale.

SERVIZI DI FRONT OFFICE – Per motivi di sicurezza e prevenzione della diffusione del contagio, sono state sospese le attività di front office degli uffici Cup e cassa  presenti nell’ospedale di Ascoli, presso la palazzina che ospita il Poliambulatorio. Le attività di prenotazione saranno garantite dal servizio di call-center del CUP Marche al numero 800.098.798 o attraverso l’apposita app “mycupmarche” scaricabile su smartphone.

La Direzione coglie infine l’occasione per ringraziare tutti gli operatori sanitari e non, e tutti coloro che a diverso titolo collaborano con la nostra Area Vasta, e che stanno moltiplicando i loro sforzi per rispondere alle domande e i bisogni dell’utenza del nostro territorio.

CAMBIO DEL MEDICO – La direzione di Area Vasta 5 ha disposto, in via eccezionale e limitatamente al periodo emergenziale, la possibilità di scelta del medico tramite contatto telefonico o telematico. Il servizio sarà attivo da lunedì 16 marzo 2020 e per procedere è necessario fornire i dati di un documento di riconoscimento valido e il proprio codice fiscale.

Per la sede di Ascoli, raggiungibile anche via mail all’indirizzo anagrafica.ap@sanita.marche.it,  i numeri a cui rivolgersi sono 0736.358476 – 0736.358078. Per la sede di San Benedetto ci sono la mail eleonora.pulcini@sanita.marche.it ed i numeri 0735.793612 – 0735.793625 – 0735.793626. Per entrambi i distretti i contatti telefonici rispondono dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle 12,30, il martedì e il giovedì dalle 15 alle 17.

Le operazioni di scelta del medico di Medicina generale o del pediatra di libera scelta attraverso la procedura telefonica sono al momento soltanto per le sostituzioni dei dottori Piero Fede e Carmen Attorre, che cesseranno dal servizio l’1 aprile 2020; per i ragazzi che compiono 14 anni e quindi devono lasciare il pediatra; per gli assistiti che hanno effettuato il cambio di residenza interno all’Area Vasta 5; per gli assistiti provenienti da altre Aree Vaste della Regione Marche; per gli assistiti che sono stati autorizzati ad effettuare una scelta in deroga; per la prima iscrizione dei neonati. L’utilizzo della modalità telefonica per cambio del medico non è possibile in tutti gli  altri casi. In caso di scadenza entro il 3 aprile 2020, l’assistenza sanitaria è prorogata d’ufficio fino al 3 maggio 2020 salvo ulteriori proroghe. I beneficiari rimangono iscritti con il medico che li ha già in carico.

ATTIVITA’ DI SCREENING – Su indicazioni della direzione Asur, tutti gli esami di screening (mammografia, pap test, sangue occulto) sono temporaneamente sospesi. Si chiede a coloro che nel frattempo abbiano ricevuto l’invito a non presentarsi all’appuntamento. Non appena la situazione lo consentirà, si provvederà all’invio di nuovi inviti.

DONAZIONE DEL SANGUE – L’appello ai donatori Avis è di non far mancare il sangue alle strutture ospedaliere, con i percorsi di raccolta del sangue sono svolti in assoluta sicurezza. I donatori Avis rappresentano un importante elemento di sostegno del sistema sanitario in questo particolare momento di emergenza nazionale.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X