facebook rss

Ma quale “Io resto a casa”? Una sfilza di denunce

EMERGENZA CORONAVIRUS - Ad Ancona tre rumeni bivaccavano con birre in mano, due moldavi ballavano e cantavano ubriachi, un 35enne girava in auto nel cuore della notte. A Fabriano un 27enne non residente chiedeva l'elemosina davanti a un supermercato

Ad Ancona, nel cuore della notte, la Polizia ha fermato e denunciato tre rumeni – due uomini e una donna – che in via Martiri della Resistenza bivaccavano, bevendo birre, senza rispettare le distanze di sicurezza. Violando dunque l’articolo 650 del codice penale. Poco dopo hanno inseguito e bloccato un’auto in via Matteotti. Alla guida un anconetano di 35 anni che è stato denunciato perchè non aveva alcun motivo per girovagare a quell’ora. Non è finita. Nei guai anche due moldavi di 24 e 26 anni i quali, ubriachi, ballavano e cantavano sotto i portici di via Marconi.

A Fabriano, invece, i poliziotti hanno sorpreso davanti a un supermercato un extracomunitario di 27 anni non residente (si trovava quindi fuori Comune senza un giustificato motivo, non rispettando quanto previsto dal decreto) che chedeva l’elemosina. Sprovvisto di documenti, è stato iprima dentificato e poi denunciato.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X