facebook rss

L’Inno d’Italia a reti unificate
Anche il Piceno partecipa
con le sue emittenti radio

L'INIZIATIVA è prevista per venerdì 20 marzo alle 11. Per la prima volta in assoluto tutte le stazioni trasmetteranno il canto composto da Mameli e Novaro e tre canzoni che hanno fatto la storia della musica nazionale

“Uri, Unione radiofonica Italiana, 1 RO, stazioni di Roma, lunghezza d’onda metri 425…”.  Era il 6 ottobre del 1924 quando con questo annuncio iniziavano le regolari trasmissioni radiofoniche in Italia. A quasi cento anni dal primo programma, per la prima volta in assoluto nella storia del nostro Paese, tutte le radio italiane, nazionali e locali, si uniranno per un’iniziativa di diffusione comune senza precedenti. Anche nel Piceno, dunque.

Uno strumento di compagnia e di conforto, la cui voce si farà sentire a frequenze unificate, venerdì 20 marzo alle 11, quando trasmetteranno in contemporanea, anche su tutte le piattaforme Fm, Dab, in televisione e in streaming sui siti e sulle App delle radio, l’Inno di Mameli e tre canzoni che hanno fatto la storia della musica nazionale.

Un’iniziativa straordinaria e unica che vuole dare ancora più forza a tutti gli italiani e all’Italia che deve andare avanti unita, mostrandosi coesa in questo momento di emergenza mondiale. Un messaggio di unione, partecipazione e connessione, che ha l’auspicio di riunire tutti nello stesso momento di condivisione. Parteciperanno le radio nazionali e tutte le emittenti radiofoniche locali. Tutta la popolazione è invitata ad affacciarsi alla finestra di casa sventolando il Tricolore e cantando tutti insieme l’Inno e questi tre simboli musicali della Storia Italiana.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X