facebook rss

Aggredisce verbalmente i poliziotti:
dai domiciliari torna al carcere

ASCOLI - E' uno dei protagonisti della maxi rissa in Piazza del Popolo dello scorso 11 giugno. A portarlo dietro le sbarre del Marino ci ha pensato la Polizia dopo che aveva apostrofato in malo modo gli agenti di una Volante che si erano recati a casa per verificarne la presenza

Un momento della rissa

Si sono di nuovo aperti i cancelli del carcere di Marino del Tronto per uno dei protagonisti della maxi rissa che si scatenò lo scorso 11 giugno in Piazza del Popolo.

Ad accompagnarlo sono stati i poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Ascoli.

Lui, di origine marocchina, si trovava agli arresti domiciliari, e per questo la sua presenza in casa veniva costantemente verificata dagli equipaggi delle Volanti.

Ma in una di queste occasioni, il giovane – evidentemente insofferente ai controlli previsti dalla legge – ha apostrofato in malo modo e minacciato gli agenti. A questo punto il gip del Tribunale di Ascoli ha emesso un provvedimento ancora più restrittivo nei suoi confronti.

Nel corso della maxi rissa vennero coinvolte, poi arrestate (alcune dopo essere state medicate al Pronto Soccorso dell’ospedale “Mazzoni”) ben sei persone, tutti stranieri. Intervennero in forze Polizia, Carabinieri e anche un’ambulanza del 118.

Rissa in Piazza del Popolo: un ferito, due persone portate via dai Carabinieri e una dalla Polizia (Le foto)

Venti minuti di follia: la città non merita queste scene di violenza (Le foto)

La maxi rissa in Piazza del Popolo: sei persone arrestate, sono tutti stranieri tra i 20 e i 40 anni

La rissa in Piazza del Popolo: ferito anche un poliziotto, la fila al Pronto Soccorso

«E’ stata un’ora di inferno» Le testimonianze dei commercianti

Rissa in Piazza del Popolo, il sindaco: «Fatto isolato, la nostra città è sicura»

“Far West” in Piazza del Popolo: convalidati gli arresti, uno finisce in carcere


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X