facebook rss

Covid, a Roccafluvione scuola
rinviata e messe sospese:
tampone anche per il parroco

ROCCAFLUVIONE - Il sindaco Francesco Leoni, nel prendere questa decisione, afferma che ci sono discrepanze tra la situazione reale e i dati come risultano dal portale regionale dedicato alla gestione dell'emergenza. Per quest'ultimo i positivi residenti in paese sono 3 e nessuno in quarantena. Mentre il primo cittadino ha conferma di 5 e almeno 8 quarantene

Il sindaco di Roccafluvione Francesco Leoni

Niente scuola domani, 14 settembre, per bimbi e ragazzi di Roccafluvione.
Nido compreso, le attività ripartiranno il 23 settembre, quindi direttamente dopo le elezioni che avrebbero richiesto una nuova chiusura.
L’annuncio arriva dal sindaco Francesco Leoni, in ragione dei casi Covid emersi negli ultimi giorni nel suo Comune, 3 per il servizio di Igiene e Sanità pubblica, 5 per il primo cittadino che ha anche scritto una mail alle autorità sanitarie regionali per chiedere lumi.
Paura anche per il parroco, don Francesco Mangani, che ieri ha deciso di sospendere le celebrazioni religiose di oggi, domenica 13 settembre, e di sottoporsi lui stesso a tampone in via precauzionale, poichè alcune delle persone risultate positive erano state a messa nei giorni precedenti.
«Ho preso questa decisione per la sicurezza dei ragazzi.
Sono 175, oltre al personale scolastico. Se permettiamo al virus di entrare a scuola, non ne usciremo più.
Inoltre non posso dire di avere piena contezza del fenomeno nel nostro Comune.
Mi trovo in una situazione di incertezza perchè sono in possesso di dati parziali».
Parole allarmanti che poi spiega, rassicurando i cittadini del fatto che «ufficiali oppure no, Roccafluvione è un paese piccolo e per fortuna anche le “voci” di paese che poi verifico di persona, corrono veloci».
Ma ammette che così non si può gestire l’emergenza.
«Nella prima fase dell’emergenza sanitaria, interrogando il portale dedicato, sapevo in tempo reale nome e numero dei positivi e delle persone in quarantena, sulle quali il Comune deve esercitare anche attività di vigilanza per il rispetto della stessa. 
Ora invece il sistema mi segnala 3 positivi residenti. Ma so per certo che sono 5, i cui esiti sono arrivati giovedì 10 settembre.
Uno ha fatto il tampone in un laboratorio privato, l’altro tramite l’Area Vasta 5.
Sempre dal sistema poi, a Roccafluvione non ci sono persone in quarantena.
Invece da voci raccolte e da indagini che ho condotto io stesso, ne risultano almeno 8.
Ho anche mandato una mail alla Regione Marche per segnalare quanto sta accadendo.
Senza avere certezze, chi mi rassicura del fatto che i numeri non siano addirittura peggiori?».
Dei positivi, solo due hanno sintomi lievi.
Il primo caso, si è accorto di essere contagiato in seguito al tampone effettuato per sottoporsi ad un piccolo intervento chirurgico. 
m.n.g.


Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X