facebook rss

Da Charlie Chaplin alle tre comari,
successo per il “Carnevale dei lettori”
Il greatest hits dell’iniziativa di Cronache Picene

TRA GIOVANI e meno giovani, individuali e maschere di gruppo, sono stati tantissimi a partecipare e trascorrere in allegria una delle settimane più amate, nonostante il Covid. L'appuntamento sulle pagine del nostro giornale per onorare la tradizione in tutte le foto e i video che ci avete inviato

di Federico Ameli

Dopo le giornate di giovedì e domenica, trascorse in una surreale atmosfera di malinconia diffusa per le vie del centro, anche questo inedito martedì grasso sta per volgere al termine, e con la Quaresima ormai alle porte è già tempo di tracciare un bilancio di questo Carnevale rivisitato – per forza di cose – in chiave pandemica.

Celebrazioni inevitabilmente un po’ in sordina rispetto ai bei vecchi tempi, con manifestazioni e iniziative costrette al rinvio in attesa di tempi migliori, ma anche quest’anno il Carnevale ascolano ha saputo dire la sua, reinventandosi alla grande nel pieno rispetto delle misure anticontagio varate dal Governo nel tentativo di contenere la diffusione nel virus.

Le restrizioni non sono infatti riuscite a mettere da parte l’attaccamento nei confronti di una delle feste più attese dell’anno e, in particolare, la vena creativa dei lettori di Cronache Picene, che per l’occasione hanno rispolverato maschere e vestiti per dar vita a personaggi e scenette in grado di strappare un sorriso, anche solo a distanza, in attesa dell’edizione 2022.

Per chi, tra un Papa, un coraggioso supereroe e un rampante politico, si fosse perso alcune delle interpretazioni, ecco una carrellata riepilogativa di questo Carnevale 2021, che a modo suo è comunque riuscito a lasciare il segno.

Ad aprire le danze è stato il giovane Luis Tozzi, che in abito bianco e con tanto di anello si è riscoperto pontefice, inaugurando con la sua benedizione il Carnevale dei lettori di Cronache Picene.

Luis Tozzi nel suo abito da pontefice

Dal sacro al profano, invece, la famiglia Balzano ha tirato fuori l’artiglieria pesante per assaltare la Zecca di Stato, seguendo il “nobile” esempio degli intrepidi protagonisti de “La casa di carta”.

Restando nel Piceno, non potevano però mancare le tre comari, magistralmente interpretate da Tonino Sofia, Germano Zunica e Pietro Cordoni, che in un esilarante sketch propongono la loro personalissima versione “smart” del Carnevale.

La piccola Laura Felicioni, direttamente dal salotto cittadino, veste i tradizionali panni di Biancaneve per augurare a tutti un buon Carnevale. E non è certo l’unica a scegliere piazza del Popolo come cornice del proprio scatto: anche la famiglia Marozzi si mette comoda nel salotto buono di Ascoli per gustarsi tre grandi classici del repertorio locale, piazza, pizzetta e Spuma.

Neppure il Covid riesce a fermare la voglia di scherzare e, in questo caso, il lavoro dell’Amministrazione comunale. Vista la situazione, sotto la supervisione del vicesindaco Silvestri, alcuni simpatici tecnici del Comune aggiornano l’onomastica della piazza, che per l’occasione diventa “dello Spopolo”. A due passi di distanza, Cinzia Marini, dal bancone del Caffè del Corso di piazza Sant’Agostino, sfoggia invece un audace caschetto arancione con tanto di bombetta abbinata.

L’euforia carnascialesca travolge anche gli amici a quattro zampe: ecco Chèri, fresca di vaccino e vestita da Biancaneve. Sotto gli occhi attenti di mamma Valentina, Christian e Nanù scelgono la mobilità più green che ci sia per andare a fatturare.

C’è chi punta sul classico, come il piccolo Alessio, che per l’occasione ha realizzato e indossato la sua splendida maschera da Arlecchino, e chi invece cavalca l’onda delle ultime tendenze in fatto di cartoni e film di animazione: è il caso di Mia e Sofia, immortalate nei panni di Harley Quinn e Lady Bug.

Come di consueto, i grandi protagonisti del Carnevale sono proprio i più piccoli: Monalisa e Virginia Luzi non rinunciano al loro splendido costume, proprio come Nathan Croci, che si cala alla perfezione nei panni di Charlie Chaplin.

Nathan Croci nei panni di Charlie Chaplin

Nicole, Federico, Francesco e Giorgio ricreano l’atmosfera della corrida con gli abiti tipici della tradizione ispanica e una giovanissima coppia di buoi che promette filo da torcere al malcapitato torero, mentre la piccola Gioia Angelini si traveste da coniglietta e Leonardo fa il verso alle storiche trasmissioni locali che ogni anno consentono ad ascolani e non di farsi due risate anche da casa.

La particolarità di questa edizione 2021 ha giocato un brutto scherzo ad alcune giovanissime lettrici di Cronache Picene: Livia e Alice, ad esempio, sembrano aver accusato il colpo e dimostrano ben più dei loro pochi mesi di vita. Lo stesso dicasi anche per Maria Vittoria, che a bordo del suo passeggino si dirige di corsa all’ufficio postale più vicino per ritirare la meritata pensione.

Camilla, Matilde e Ginevra, splendide nel loro tutù, sperano di poter tornare presto a danzare augurando a tutti una buona domenica di Carnevale; in loro aiuto è pronto a scendere in campo il biondissimo Chris, aspirante premier che tra una call e l’altra trova il tempo di pensare ai prossimi Dpcm e, perché no, a qualche foto ricordo. In attesa di poter tornare a festeggiare in piazza con gli amichetti, il dolcissimo Matteo da Colli del Tronto si cimenta invece nell’assaggio di qualche piatto tipico del Carnevale, mascherato da inflessibile chef.

Se i più piccoli non hanno fatto mancare il loro contributo a questo inedito Carnevale, anche i grandi si sono dati da fare per mettere a punto qualche simpatica scenetta.

Un lettore di Cronache Picene fa prendere un brutto spavento alla moglie Laura, con una particolare variante del virus, a tema rigorosamente carnascialesco, sbarcata a sorpresa in città.

Pietro Cordoni

Rimanendo in tema, Pietro Cordoni, storico mattatore del carnevale ascolano, deve fare i conti con qualche linea di febbre: meglio restare in casa e riderci su.

C’è spazio anche per le immancabili ed esilaranti gag messe a punto da alcune comitive, come quella capitanata da Maria Antonietta Gagliardi, alle prese con qualche difficoltà imprevista nel tracciare la lettera “O”, perfino con il supporto del bicchiere.

Nella settimana dedicata alle maschere e ai travestimenti, gli amanti del cosplay non potevano certo restare a guardare. In questo senso, gli acerrimi rivali di Batman di ogni età si sono dati appuntamento nella città delle Cento Torri per restituire un po’ di colore alle piazze cittadine: ecco Joker, Harley Quinn, Bane, Due Facce e il Pinguino passeggiare amabilmente per le vie di Ascoli.

Vi ricordate del trio Cordoni, Sofia e Zunica? Tornano con un altro sketch dalla risata assicurata, seguiti di qualche ora dal video della famiglia Cicconi di Castorano, che dopo essersi addormentata sul divano…si trasforma nella Famiglia Addams, a far calare il sipario su questo inedito Carnevale dei lettori, che nonostante le difficoltà del momento non hanno rinunciato a condividere un istante di spensieratezza in compagnia di parenti e amici.

Arrivederci dunque al prossimo anno, con la speranza di poterci ritrovare in piazza a ridere e scherzare come ai vecchi tempi.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X