facebook rss

Vaccini, la richiesta
degli assistenti sociali:
«Sia esteso anche a chi
non opera nel comparto sanità»

EMERGENZA CORONAVIRUS - L'Ordine delle Marche evidenzia la necessità di estendere la possibilità di aderire ai professionisti che lavorano con Enti locali, Terzo settore e Ministeri

“Vaccinarsi è una scelta di grande responsabilità per chi lavora con e per le persone nei servizi essenziali”. Partendo da questo assunto, il Consiglio dell’Ordine Assistenti Sociali Marche ha tempestivamente dato diffusione della campagna vaccinale tra i propri iscritti, come da invito della Regione Marche.

Regione alla quale la presidente Marzia Lorenzetti ha evidenziato in una nota la necessità di estendere, con estrema urgenza, la possibilità di aderire anche in questa fase ai professionisti assistenti sociali che lavorano in altri ambiti (Enti locali, Terzo settore, Ministeri) che, come quelli del comparto sanità, si trovano a stretto contatto con l’utenza nei servizi essenziali.

«Come Ordine – rimarca la presidente – siamo fortemente convinti che la vaccinazione sia un presupposto imprescindibile per garantire la maggiore sicurezza possibile in tutti gli ambienti di lavoro nei quali gli assistenti sociali operano. Inoltre, questa fase è il presupposto per un graduale ritorno alla normalità, sia per quanto concerne l’attività ordinaria sia per riprendere un percorso di progettazione all’interno dei singoli servizi».




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X