facebook rss

Vaccino ai dipendenti
della Pfizer di Ascoli:
si parte mercoledì 17 febbraio

EMERGENZA CORONAVIRUS - Rientra nel piano mondiale del colosso americano. Nel sito piceno adesione pari al 95% tra i 580 lavoratori e il personale delle ditte esterne

Lo stabilimento Pfizer di Ascoli

La Pfizer, fin dall’inizio della fortunata avventura con il vaccino anti Covid, aveva espresso la volontà di voler vaccinare i suoi dipendenti ed a proprie cura e spese. Senza gravare sui costi della Sanità pubblica degli Stati in cui il colosso americano è presente.

Nello stabilimento di Ascoli, dove lavorano 580 persone, si partirà mercoledì 17 febbraio con la somministrazione della prima dose.

Già a metà gennaio sono stati presi diversi consensi, da parte dei lavoratori, per la vaccinazione che è su base volontaria.

Sembrava cosa imminente, ma la difficoltà degli approvvigionamenti a livello mondiale aveva frenato un po’ le cose.

In questi giorni invece è stata confermata la data per l’inizio della campagna vaccinale nel sito piceno. L’arrivo del farmaco è atteso per martedì 16 febbraio e sarà iniettato a partire dal giorno successivo nell’infermeria dello stabilimento, da parte del personale sanitario interno.

L’adesione è stata pari al 95% circa. L’invito è stato esteso anche ai dipendenti delle ditte esterne che prestano la loro opera nel sito piceno della Pfizer.

 

 



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X