facebook rss

Ascoli, la carica di Sottil:
«Vittoria di grande cuore,
ora è vietato fare calcoli»

SERIE B - Grande soddisfazione nel post partita per il tecnico piemontese: «Abbiamo giocato con ordine e sacrificio, tutti hanno dato tutto. In questa squadra tutti devono sentirsi protagonisti. Saric per noi è molto importante, Leali è uno dei top della categoria. Salvezza diretta? Nella nostra testa deve esserci solo la prossima partita»

di Salvatore Mastropietro

Al “Del Duca” contro il Monza l’Ascoli riesce a dare continuità alla vittoria ottenuta contro il Vicenza e conquista altri tre punti di platino. Nella seconda partita di fila tra le mura amiche gli uomini di Sottil approfittano di un Monza rimaneggiato e sfruttano al meglio il fattore campo, mettendo in campo una prestazione di grande agonismo e qualità a tratti. Decisivo ai fini del risultato il primo gol in campionato di Dario Saric, vero e proprio motorino del centrocampo bianconero. Con questo successo il Picchio sale a quota 34 punti in classifica, a meno tre dalla prima posizione utile per la salvezza diretta, attualmente occupata dal Pordenone (che ha anche una partita in meno).

Sottil

Grande soddisfazione nel post gara per mister Andrea Sottil, che si è complimentato con i suoi per la prestazione fornita: «Il Monza non lo scopro certamente io, sapevamo bene l’importanza e la difficoltà di questa partita. Oggi tutti quanti si sono fatti trovare pronti. Abbiamo giocato con ordine e disciplina, forse nel primo tempo potevamo essere un po’ più precisi, soprattutto nell’occasione di Bidaoui. Tutti hanno dato tutto, giocando col cuore come piace a me e con ordine e sacrificio. I ragazzi l’hanno voluta questa vittoria, lo dico sempre ai ragazzi che siamo noi a dover determinare. Nel nostro DNA c’è la ricerca della compattezza e dello stare sempre corti tra i reparti. L’ordine tattico è uno dei nostri punti di forza».

La vittoria di oggi è arrivata grazie al primo gol in Serie B di Dario Saric: «Saric è un giocatore assolutamente valido. Per questa squadra è molto importante, con lui stiamo lavorando da tanti mesi con gli inserimenti in area di rigore e finalmente oggi è riuscito a segnare su un ottimo cross di D’Orazio. Sono concento per lui, è questa la strada da seguire, ho sempre detto ai ragazzi che mi aspetto gol dai centrocampisti».

Successivamente Sottil si è soffermato sulla prestazione di alcuni simboli, dai difensori a coloro che sono entrati nella ripresa: «Ho a disposizione dei centrali di livello, che per me sono una garanzia. Ho deciso di dare continuità ad Avlonitis, lo vedo bene e molto tranquillo. I cambi? Kragl aveva un fastidio muscolare. D’Orazio per noi è un giocatore importante, gli faccio i complimenti perché non è mai semplice entrare in corsa in una partita difficile e bloccata come lo era quella di oggi. Dobbiamo sentirci tutti protagonisti perché poi a partita in corso c’è bisogno di tutti. Poi in porta abbiamo uno dei top della categoria come Leali, oggi è stato decisivo e gli rinnovo i complimenti. Parigini in tribuna? In allenamento due giorni fa ha avuto un problema agli adduttori, è un dolore che soffre molto. Stessa cosa per Charpentier».

Chiosa finale sulla salvezza diretta, ma Sottil non si scompone: «Continuo a dire sempre le stesse cose: si deve continuare a ragionare partita dopo partita senza fare calcoli. Ora dobbiamo goderci un giorno di riposo e poi tornare al lavoro. Nella nostra mente deve esserci la partita di Ferrara contro la Spal e nessun’altra cosa».




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X