Quantcast
facebook rss

Ballottaggio, Piunti dice no
alle alleanze last minute:
«Non siamo parenti di nessuno»

SAN BENEDETTO - Il sindaco uscente chiude le porte a un eventuale apparentamento con uno dei tre sconfitti al primo turno. Nessun accordo ufficiale, così come per lo sfidante Spazzafumo
...

 

di Federico Ameli

 

Al ballottaggio di domenica 17 e lunedì 18 ottobre Antonio Spazzafumo – leader della coalizione civica Libera – sfiderà il candidato del centrodestra Pasqualino Piunti senza alcuna intromissioni esterna, quantomeno ufficialmente parlando.

Pasqualino Piunti

Allo scoccare della mezzanotte di oggi, domenica 10 ottobre, scadranno infatti i termini fissati per la presentazione di eventuali richieste di apparentamento con le liste escluse dalla seconda tornata elettorale – quelle, per intenderci, di Angelini (Movimento 5 Stelle), Bottiglieri (Pd) e Canducci (Verdi) – e, a meno di sorprese dell’ultima ora, nessuno dei due protagonisti sembra avere intenzione di allargare i ranghi della propria coalizione.

Dopo la decisione di Spazzafumo di correre senza il sostegno di altri partiti, anche Piunti ha annunciato ufficialmente che in vista del ballottaggio farà esclusivamente affidamento sulle sei liste schierate al suo fianco al primo turno, le stesse che in quell’occasione hanno complessivamente raccolto il 41,56% dei consensi.

«Quello che abbiamo in mente per la città – dichiara Piunti – lo abbiamo espresso in cinque anni di lavoro e nel programma per i prossimi anni. La chiarezza, la decisione e le competenze sono già nel nostro gruppo di lavoro, che abbraccia tutto il centrodestra.

Non le cerchiamo fuori, non navighiamo a vista. Non siamo parenti di nessuno, siamo una famiglia. Andiamo avanti uniti verso il ballottaggio».



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X