Quantcast
facebook rss

Ballottaggio, i 5 Stelle non si schierano:
«In consiglio i soliti noti,
sindaco espressione di una minoranza»

SAN BENEDETTO - I rappresentanti locali del Movimento e della lista Cambia San Benedetto ribadiscono la necessità di un taglio netto al passato, senza però esprimere una preferenza tra il sindaco uscente Piunti e lo sfidante Spazzafumo. Unico appello quello di recarsi alle urne anche nel prossimo fine settimana
...

 

di Federico Ameli

Dopo la netta chiusura a eventuali accordi dell’ultima ora da parte dei due candidati sindaco – Pasqualino Piunti (centrodestra) e Antonio Spazzafumo (Libera) – che al ballottaggio di domenica 17 e lunedì 18 ottobre si contenderanno il prossimo mandato di San Benedetto, a una settimana di distanza dal voto anche il Movimento 5 Stelle e Cambia San Benedetto, le due liste che al primo turno hanno sostenuto la candidatura di Serafino Angelini, tornano a parlare della delicata situazione politica sambenedettese.

Serafino Angelini

Come sostenuto dai pentastellati, infatti, pare proprio che il superamento di divisioni e rivalità personalistiche in favore di un dialogo civico e allargato a tutte le realtà politiche non abbia mai realmente visto la luce in Riviera, dove i sambenedettesi non sembrano aver raccolto l’appello al cambiamento di cui diverse realtà politiche si erano fatte portavoce nelle ultime settimane.

«Circa il 50% del consiglio comunale sarà ricoperto dai “soliti noti” – esordiscono i rappresentanti locali delle due liste – a conferma che i 425 candidati, le cinque coalizioni e le diciannove liste sono state l’ennesimo specchietto per le allodole.

Su oltre 40.000 cittadini aventi diritto 14.820 non hanno votato, pertanto i due candidati al ballottaggio partono con un dissenso che varia dal 75% all’88% dei cittadini.

Alla fine l’esito del voto ci conferma che, tra astenuti e voti conseguiti, chi dovrà governare la nostra città nei prossimi cinque anni avrà il consenso di una piccola minoranza e il dissenso o l’indifferenza di una larghissima maggioranza della popolazione. Anche su questo si concentrerà il nostro lavoro nel prossimo futuro: recuperare la partecipazione della cittadinanza attraverso la diffusione e la proposizione delle nostre proposte concrete nelle sedi opportune».

Come nel caso di Bottiglieri e Canducci, alla fine anche per il pentastellato Angelini non ci sono stati margini per un eventuale apparentamento né con l’uno né con l’altro sfidante al ballottaggio. «È ovvio che il candidato sindaco della nostra coalizione – prosegue la nota – non si sia seduto al tavolo con nessuno dei due candidati, non avendo ricevuto nessuna proposta programmatica ufficiale da parte dei contendenti e non avendo avanzato nessuna richiesta a suo favore.

Nessuna indicazione di voto, dunque, per i sostenitori del Movimento, ma il semplice invito a recarsi alle urne per far valere uno dei diritti fondamentali del cittadino.

«Il Movimento 5 Stelle e Cambia San Benedetto-Città Grande – concludono i rappresentanti delle due liste – prendono atto degli appelli lasciati cadere nel vuoto dalle forze politiche e civiche e ritengono che la scelta ed il gradimento del prossimo Sindaco spetti sempre e comunque ai cittadini.

Per acquisire un minimo di credibilità i due contendenti dovrebbero esprimersi chiaramente su una nuova idea di mobilità, radendo al suolo ogni volo pindarico sulla bretella, sulla assoluta contrarietà alle varianti, sulla volontà di acquisizione e di restituzione alla città di zone ancora appetibili come l’area Brancadoro e l’ex Ballarin e auspicando pertanto una discontinuità con l’attuale gestione.

Questo sarà quindi il solo nostro appello: andare a votare ed esprimersi con una delle tre opzioni disponibili, dare una delle due preferenze oppure annullare la scheda. Solo in questo modo si darà una risposta certa e reale sul gradimento del prossimo sindaco di San Benedetto, a cui auguriamo comunque buon lavoro nell’interesse della nostra città.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X