Quantcast
facebook rss

Ballottaggio, il Pd
dalla parte di Spazzafumo

SAN BENEDETTO - Il segretario provinciale dei dem Matteo Terrani lancia un appello in favore dell’imprenditore locale che sfiderà Pasqualino Piunti nella due giorni elettorale del 17 e 18 ottobre. Dello stesso avviso Marini e Paolini, segretari di due circoli cittadini, che evidenziano la necessità di un’alternativa al centrodestra senza risparmiare critiche a tutta l’area progressista sambenedettese
...

 

di Federico Ameli

 

Sebbene l’apparentamento caldeggiato dai vari Claudio Benigni (Pd), Felice Gregori (Articolo Uno) e Daniele Primavera (Nuovi Orizzonti Sambenedettesi) non si sia concretizzato entro la mezzanotte di domenica 10 ottobre, a San Benedetto dopo la sconfitta della coalizione di Aurora Bottiglieri alla prima tornata elettorale i rappresentanti locali del Partito Democratico sembrano aver individuato in Antonio Spazzafumo il candidato ideale su cui far convergere quel 15,75% di preferenze che non si è rivelato sufficiente per arrivare a sfidare il sindaco uscente Pasqualino Piunti al ballottaggio del 17 e 18 ottobre.

Matteo Terrani

In questo senso, l’appello lanciato nelle ultime ore da Matteo Terrani, sindaco di Folignano e segretario provinciale del Pd, non lascia spazio a dubbi di sorta, con il rappresentante dei dem che ha fatto leva su idee e prospettive condivise con buona parte degli esponenti del progetto Spazzafumo a fronte di una insormontabile divergenza dall’ultima Amministrazione targata Piunti.

«Nella coalizione che sostiene Spazzafumo – sostiene Terrani – vi sono donne e uomini che condividono con noi gli stessi principi e gli stessi valori democratici. Nonostante percorsi politici differenti, sono molti di più gli aspetti programmatici che ci uniscono rispetto a quelli che ci dividono.
La frammentazione del campo progressista e moderato ha disorientato molti elettori, ma al tempo stesso questi ultimi al primo turno ci hanno dato un segnale chiaro: le forze alternative alla destra sono maggioritarie in città.

Per questo crediamo sia necessario mettere da parte i distinguo e guardare esclusivamente al bene della città: facciamo appello a tutti i cittadini democratici affinché si uniscano per sostenere Antonio Spazzafumo e scrivere una pagina nuova per San Benedetto».

Meno netta, ma non per questo diversa nella sostanza, la posizione espressa da Alessandro Marini e Alvaro Paolini – rispettivamente segretari dei circoli Nord e “Primo Gregori” di San Benedetto – che pur ponendo l’accento sulle problematiche che dalle prime settimane di campagna elettorale fino ad oggi hanno caratterizzato l’area progressista della città evidenziano la necessità di schierarsi dalla parte dell’unica alternativa possibile a un eventuale Piunti bis.

Alessandro Marini

«Come ampiamente prevedibile – esordiscono i due segretari – alla scadenza del termine per gli apparentamenti non è successo nulla. Al ballottaggio si sfideranno Pasqualino Piunti e Antonio Spazzafumo, sostenuti dalle liste che già avevano al primo turno. Era un risultato scontato e il febbrile impegno che abbiamo registrato negli ultimi giorni, a conti fatti, è stato una nota comica nel disastro della sconfitta del centrosinistra a queste elezioni.

Vogliamo ribadire la nostra posizione: siamo alternativi alla destra e in sede di ballottaggio non mancheremo di esprimerci in questo senso. Dovunque amministra, la destra è un’autentica sciagura per la cittadinanza e noi ci opporremo sempre e comunque.

Sulle interlocuzioni ancora in corso tra le forze del centrosinistra e la coalizione di Spazzafumo vogliamo essere netti: siamo aperti ad ogni ipotesi di accordo, purché si faccia alla luce del sole, con trasparenza e rispetto verso i cittadini che ci hanno sostenuto. Altrimenti – concludono – si tratterebbe solo di accordi sottobanco volti a salvaguardare le rendite di posizione dei soliti noti».




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X